menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinghiali danneggiano le colture: attivato il piano di controllo della polizia provinciale, ieri ucciso un esemplare

Dopo varie segnalazioni, l'amministrazione comunale di San Giovanni Teatino interviene con azioni di contrasto

Colture rovinate dai cinghiali e paura fra i residenti specialmente nella zona collinare di San Giovanni Teatino e Fontechiaro da Capo.

Per contrastare la presenza di cinghiali nelle adiacenze delle aree abitate, l’amministrazione comunale di San Giovanni Teatino interviene con l'attivazione del piano di controllo cinghiali da parte della Polizia provinciale, come da DCR Regionale n.139 / 2019. Nella serata di ieri, nel corso dell'attività diretta dal comandante Antonio Miri e con la collaborazione di selecacciatori del posto, un cinghiale di grossa taglia è stato abbattuto.

“Sono molte le segnalazioni che ci arrivano da parte dei nostri concittadini – spiega il sindaco Luciano Marinucci – sulla presenza di ungulati, anche di grosse dimensioni, nei pressi dei centri abitati. Ci siamo quindi attivati con gli organi preposti, per preservare i raccolti dagli attacchi dei cinghiali ed evitare il più possibile situazioni di pericolo”.

“ Nell'ultimo periodo, - evidenzia il vicesindaco e assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Giorgio Di Clemente – e sono avvenuti vari abbattimenti. la situazione è diventata insostenibile. Proseguiremo nell’azione di controllo per cercare di mettere in sicurezza il territorio. Anche perché, attirati dai cinghiali e dal clima che va modificandosi sempre di più, sono presenti anche altri animali potenzialmente pericolosi, come i lupi, già avvistati sul territorio alto e boschivo. Anche per loro ci siamo attivati con segnalazioni e monitoraggio della situazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento