menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si è spento a 70 anni il regista Mario Di Iorio

Regista, autore e produttore è morto nella sua casa a Pescara. Aveva frequentato il centro sperimentale di cinematografia di Roma negli anni di Rossellini. Non ci sarà rito funebre, le ceneri saranno custodite al cimitero di Chieti

Si è spento all'alba di lunedì 22 giugno a Pescara Mario Di Iorio, regista, autore e produttore nato a Chieti nel 1944.

Di Iorio, che avrebbe compiuto 71 anni a settembre, era malato da tempo.

Nella sua vita artistica ha diretto, prodotto, coprodotto e scritto oltre 30 programmi per Rai 3, e più di 70 documentari e video istituzionali. Regista al Teatro Stabile dell’ Aquila dal 1975, ha lavorato al fianco di Antonio Calenda ed è stato il primo imprenditore indipendente e regista teatrale in Abruzzo con la Produzione Don Chisciotte. Tra i suoi lavori il film "La figlia di Iorio", realizzato in collaborazione con le Istituzioni abruzzesi e la Fondazione Il a Vittoriale degli Italiani. Giornalista per Il Messaggero, grande appassionato di calcio, è stato spesso ospite nei talk show televisivi.

Non ci saranno riti funebri, come aveva espresso il regista: dopo la cremazione, le ceneri di Di Iorio verranno portate al Cimitero di Sant’Anna a Chieti in data da stabilire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento