Al cimitero non funzionano le lampade votive, ma il Comune batte cassa

Bollette scadute arrivate ai titolari di loculi e cappelle, per chiedere l'energia degli ultimi tre anni. Ma in un'ampia porzione del camposanto, un problema di rete causa la mancanza di elettricità

Le lampade votive del cimitero non funzionano a causa di un guasto elettrico. Ma la società partecipata Teateservizi, competente per i servizi cimiteriali, chiede comunque il pagamento del canone annuale per la fornitura ai cittadini proprietari di loculi e cappelli.

In particolare, negli ultimi giorni, ai cittadini sono arrivate le richieste di pagamento per il periodo tra il 2016 e il 2018, con un importo medio di oltre 100 euro. Una tariffa che, però, appare fin troppo esosa per un servizio di cui non hanno goduto. Quel che è peggio, è che la bolletta è arrivata già scaduta: si sarebbe dovuta pagare entro sabato scorso, 21 aprile. 

“Eppure - protesta il capogruppo di Giustizia Sociale Bruno Di Paolo - Teateservizi sa bene, o almeno dovrebbe sapere, che le lampade votive nella parte monumentale sono ormai non funzionanti da oltre un decennio e che nella parte nuova, dal 2016 a giugno 2017, in diversi campi c’è stato un problema di rete che ha causato la mancanza di energia elettrica. Mentre solo nella parte vecchia i disservizi sono stati minimi e, comunque, soltanto a macchia di leopardo.  Oltre al danno, quindi, anche la beffa per i cittadini che non solo in questi anni hanno protestato invano per il non funzionamento delle lampade votive ma addirittura sono costretti a pagare un servizio non reso”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Paolo ha già interpellato il direttore di Teateservizi Antonio Barbone, che ha assicurato che, coloro che si recheranno negli uffici cimiteriali dimostrando che la lampada votiva per cui viene chiesto il pagamento non funziona, avranno immediatamente l’emissione di una nuova bolletta escludendo la parte non dovuta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

  • Il Comune di Chieti procede con le assunzioni: 12 figure entro fine anno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento