Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Santa Filomena

Cimitero Scalo, Colantonio rassicura Casoni, "Ma non è accettabile paragone tra cimitero e discarica"

L'opera è fondamentale anche per lo sviluppo della città" spiega l'assessore ai Lavori Pubblici, che rassicura: "La fascia massima ricontenuta nei 200 metri non sarà assoggettata ad esproprio ma permarrà come vincolo conformativo alla Variante richiesta"

I cittadini di Santa Filomena sono preoccupati per la realizzazione del nuovo Cimitero allo Scalo, vicono strada Ombrosa. ori: Ridiamo dignità a santa filomena. No al cimitero e alla discarica
Nella lettera ricevuta dal Comune di Chieti si evince la fissazione di un'area di rispetto attorno all'area cimiteriale

Potrebbe interessarti: http://www.chietitoday.it/cronaca/santa-filomena-contraria-a-cimitero-e-discarica.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998
, con la previsione di inedificabilità totale in quelle zone, si teme per le attività economiche e le proprietà degli stessi

Ma l'assessore ai Lavori Pubblici rassicura tutti, dicendo che le notifiche di avvio del procedimento pervenute ai residenti, sono un atto dovuto per legge "considerando che l’area indicata è la stessa che fu sottoposta a vincolo cimiteriale dal 1971 fino al 2009, retrocessa a Zona Bianca e attualmente fuori dal perimetro urbano e quindi dal centro abitato. Sull’attuale Piano dei Servizi l'area è campita con apposita grafica riportante la scritta Area ex Cimitero".

L'assessore chiarisce che quando si parla di fascia minima, si intende lo spazio che conterrà materialmente il Cimitero, quella massima, ricontenuta nei 200 metri, non sarà assoggettata ad esproprio ma permarrà come vincolo conformativo alla Variante richiesta.

E continua: "Viene segnalata impropriamente la presenza di un muro del Cimitero in prossimità di alcune case: è opportuno precisare che la linea presente sulla mappatura si trova oltre la viabilità di strada Ombrosa e, quindi, l’edificato di cui parliamo si trova oltre l’attuale viabilità. Si tratta, pertanto, di aree non interessate dalla realizzazione dell’opera. Basti pensare al muro esistente sul Cimitero di Sant.Anna lungo la Via Ettore Janni: dall’altra parte della stessa strada, vi sono i fabbricati a ridosso della viabilità, ricadenti tra l’altro in zona di completamento urbano. Anche quei fabbricati ricadono in fascia di rispetto cimiteriale, stesse condizioni in cui verranno a trovarsi i pochi edifici ubicati oltre strada Ombrosa".

Colantonio conclude ribadendo l'importanza del nuovo Cimitero scalino per lo sviluppo della città. "Non è accettabile il paragone tra un’area cimiteriale e una discarica. La presenza di un Cimitero può essere, invece, motivo di rilancio per un’intera zona. Pensate forse, e chi ha memoria lo ricorda, che 50 anni fa l’area perimetrale del Cimitero di Sant’Anna interessata da diversi ampliamenti, presentasse un edificato come quello attuale?".

Oggi il Cimitero a Sant'Anna è parte integrante della città. "Sarebbe bello . conclude l'assessore - poter chiedere a ogni cittadino di Chieti scalo, dei quartieri di Brecciarola come pure di San Martino se hanno piacere di poter onorare i propri defunti in una zona più prossima alla loro vita quotidiana e non essere costretti a recarsi necessariamente presso una parte della città che, oltre essere distante, comincia a presentare gravi disagi di percorrenza interna ma soprattutto la carenza di disponibilità di tumulazione".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero Scalo, Colantonio rassicura Casoni, "Ma non è accettabile paragone tra cimitero e discarica"

ChietiToday è in caricamento