menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il cimitero non ha più posti, requisiti i primi 20 loculi agli assegnatari più giovani

Il Comune lo aveva annunciato a gennaio e ora il sindaco Di Primio ha firmato l'ordinanza con la graduatoria degli spazi liberi provvisoriamente affidati ai defunti

Il Comune lo aveva annunciato poco più di un mese fa, ma ora è ufficiale: il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha firmato l'ordinanza per requisire 20 loculi già assegnati nel cimitero comunale.

Il provvedimento, come annunciato a gennaio, si è reso necessario per fronteggiare la carenza di posti, in attesa della realizzazione del camposanto di Santa Filomena e di 40 nuovi loculi in quello di Sant'Anna. In particolare, l'ordinanza sospende temporaneamente la concessione della durata di 99 anni di loculi liberi, già assegnati da circa 10 anni a persone viventi. Al momento, infattik, a Sant'Anna ci sono solo tre posti liberi per i defunti, troppo pochi per una città di 50 mila abitanti, mentre sono circa 500 quelli già assegnati, ma liberi.

Così, l'ordinanza sindacale, come da delibera di giunta dello scorso 20 gennaio, prevede di stilare una graduatoria, iniziando a requisire i posti assegnati alle persone più giovani. Quei loculi saranno usati per le tumulazioni giornaliere, determinando la sospensione della concessione per un periodo di due anni, rinnovabile solo una volta. 

In caso di morte dell'assegnatario in questo periodo, come prevede l'ordinanza, l'ente provvederà al trasferimento della salma provvisoriamente ospitata in un altro spazio. 

Ovviamente, non appena dovessero rendersi disponibili altri loculi comunali nel cimitero di Sant'Anna o nel primo lotto del nuovo camposant, le salme transitoriamente ospitate negli spazi requisiti troveranno una definitiva sistemazione nelle nuove destinazioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento