rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

La Cgil: "Attività rischio al cimitero di Sant'Anna"

Ancora proroghe mensili per Teate Servizi e attività a rischio al cimitero dove, a detta del sindacato, manca un minimo di supporto alle attività amministrative

Al Cimitero di Chieti, che accoglie circa 98mila salme e con una estensione di 27 ettari, sono in servizio 2 unità amministrative, 1 geometra part-time (18 ore settimanali)  e 2 operai che svolgono tutti i giorni servizio dalle 7,30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30. Troppo pochi per la Cgil Fp che ha sollecitato il Dirigente del VII Settore, l’assessore al Personale  e il sindaco a prendere provvedimenti per assicurare il buon andamento delle attività.

Ma nulla sarebbe stato fatto in concreto fino ad oggi. “Constatiamo come a distanza di mesi siano giunte solo parole rassicuranti e per ultimo inspiegabili, dal punto di vista delle priorità dei problemi, solerti sollecitazioni per la riapertura dei servizi igienici situati nel comprensorio di Sant’Anna” afferma Paola Puglielli, segretaria provinciale Cgil Fp Chieti.

Il sindacato chiede di prevedere un minimo di supporto alle attività amministrative o affiancare qualche altra unità agli operai: con così pochi dipendenti, è ben facile capire cosa potrebbe accadere se qualcuno dovesse  è assentarsi per varie motivazioni .

“Non potrebbe essere una volta per tutte individuato un obiettivo temporale congruo nell’affidamento dei servizi, quale ad esempio quelli cimiteriali, al fine di prevedere e garantire un organico adeguato alle necessità oltre che assicurare a questi lavoratori precari maggiore stabilità ed un aumento di ore lavorative,  oltre che un  aumento delle unità impiegate?“ chiede Puglielli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil: "Attività rischio al cimitero di Sant'Anna"

ChietiToday è in caricamento