rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Chiusura sede Rai Abruzzo: i presidenti delle Province scendono in campo

Il Governo avrebbe avanzato l'ipotesi di riorganizzare le sedi regionali Rai con il taglio di 150 milioni di euro. Di Giuseppantonio: "Giù le mani dalla sede Rai Abruzzo"

I quattro presidenti delle Province abruzzesi Enrico Di Giuseppantonio, Guerino Testa, Valter Catarra e Antonio Del Corvo scendono in campo per difendere la sede Rai Abruzzo di Pescara dalla paventata chiusura. Nei giorni scorsi infatti, il Governo avrebbe avanzato l’ipotesi di riorganizzare le sedi regionali del Servizio Pubblico Radiotelevisivo, ipotesi che potrebbe concretizzarsi con il taglio imposto alla Rai di 150 milioni di euro a partire dal 2015.   

“Respingiamo totalmente questo ennesimo rigurgito di neocentralismo statale, che investe indiscriminatamente le pubbliche amministrazioni – dichiarano Di Giuseppantonio, Testa, Catarra e Del Corvo – La sede RAI non solo è patrimonio di tutti noi abruzzesi, ma garantisce democrazia e pluralismo dell’informazione”.

I quattro presidenti presenteranno un ordine del giorno nei prossimi Consigli provinciali per scongiurare in tempo provvedimenti che “falciano il buono del servizio pubblico e per ribadire il concetto Giù le mani dalla sede Rai Abruzzo” conclude il Enrico Di Giuseppantonio. Il vicepresidente dell’Upi fa sapere che inviterà tutti i presidenti delle Province italiane a fare altrettanto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura sede Rai Abruzzo: i presidenti delle Province scendono in campo

ChietiToday è in caricamento