Cronaca Ortona

Chiude il Punto Nascita di Ortona, ma le pazienti continuano ad arrivare

Una donna in prossimità del parto è stata trasferita all'Ospedale di Ortona per insufficienza di posti letto al SS. Annunziata di Chieti. Il professor Chiarelli: "E' una pratica ordinaria nell'organizzazione di un reparto"

Il punto nascita di  Ortona a due giorni dalla chiusura ospita una donna in gravidanza arrivata da Chieti per mancanza di posti letto al SS Annunziata. E’ accaduto nella notte tra giovedì e venerdì al “Bernabeo”, come segnalatoci da un lettore che si trova all’ospedale per assistere la moglie ricoverata al reparto maternità. A poche ore della chiusura del reparto di Ortona, che lascia comunque l’amaro in bocca a molte famiglie, l’ospedale di Chieti è davvero pronto ad assistere tutte le partorienti che aumenteranno in futuro?

La risposta dal Dipartimento Materno Infantile della Asl Lanciano Vasto Chieti è sì e il direttore Francesco Chiarelli, nel commentare il fatto, parla di una pratica ordinaria nell’organizzazione di un reparto.

“Capita che la Ginecologia di Chieti registri il tutto esaurito - spiega il pediatra Chiarelli - perché molto attrattiva e spesso affollata anche da pazienti di altre Asl. Basti pensare che a giugno, per esempio, la metà delle donne che hanno partorito al “SS. Annunziata” proveniva da fuori Asl. In situazioni di affollamento e insufficienza di posti letto, se le condizioni generali di una donna incinta sono buone e in assenza di situazioni di criticità tali da richiedere l’attivazione di posti di emergenza, sempre disponibili, la paziente viene accolta in un altro dei nostri ospedali. In questa circostanza - prosegue Chiarelli - il ginecologo di turno non ha ritenuto di dover attivare uno dei cinque posti letto d’emergenza disponibili e, autonomamente, ha scelto di trasferire la donna a Ortona perché era stata seguita dai medici di quell’Ospedale”. 

Per il professor Chiarelli non ci sarebbe nessuno scandalo e a tal proposito ricorda che  lunedì mattina alla ex Sebi a Chieti è stata convocata una conferenza stampa con l’assessore regionale Paolucci proprio per parlare dell’organizzazione del polo che, assicura, "è in grado di dare risposte appropriate nel luogo giusto alle esigenze di salute delle donne".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il Punto Nascita di Ortona, ma le pazienti continuano ad arrivare

ChietiToday è in caricamento