rotate-mobile
Cronaca Chieti Scalo

Chiusura locale a Chieti Scalo, Carbone: "Il Comune emani in fretta un regolamento"

Dopo la chiusura di un locale in via Pescara, il consigliere comunale torna a ribadire la necessità di intervenire in città sul piano sicurezza e chiede un regolamento che tuteli i gestori dei locali, i frequentatori e i residenti

A Chieti Scalo un locale è stato chiuso per trenta giorni a causa di un'aggressione, avvenuta all'esterno, subita da alcuni avventori.

Il consigliere comunale Alessandro Carbone (Fli) torna all'attacco per ribadire la necessità di fare qualcosa in città sul piano sicurezza.

"Chiedo un atto di responsabilità a questa maggioranza e al sindaco - dice il promotore, circa un mese fa, del Consiglio Comunale straordinario sulla sicurezza - con l'emanazione di un regolamento che tuteli i gestori dei locali, i frequentatori degli stessi e i residenti".

Carbone infatti aveva proposto un ordine del giorno che chiedeva di dare "piena ed esaustiva disciplina alla materia della sicurezza urbana".

"Bastava approvare una regolamentazione su tale argomento e magari considerare anche qualche controllo in più, ma invece si è continuato a far finta di non vedere- aggiunge il consigliere - nessuna richiesta esagerata quindi, ma soltanto una regolamentazione che avrebbe avuto come finalità quella di evitare nel futuro i numerosi episodi verificatisi e che purtroppo si continuano a verificare in determinate zone della città.La mia solidarietà - conclude Carbone - va innanzitutto ai ragazzi che hanno subito l’aggressione. L’episodio non può essere accettato sia per la violenza personale nei confronti di ragazzi, sia per il fatto che simili comportamenti sono contrari a qualsiasi forma di convivenza in un paese che fa della libertà il caposaldo della difesa di istituzioni e cittadini".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura locale a Chieti Scalo, Carbone: "Il Comune emani in fretta un regolamento"

ChietiToday è in caricamento