Cronaca

Esercito: addio 123° Reggimento Chieti

Cerimonia di chiusura del centro di addestramento militare in via Ferri questa mattina, vittima dei tagli messi a punto dal ministero della Difesa

Ultimo picchetto d'onore questa mattina al 123° Reggimento Chieti. La città dice addio a uno dei primi cinque reggimenti di addestramento per volontari, vittima dei tagli alla Difesa imposti dal Governo Monti.

Una cerimonia mesta e carica di emozioni si è svolta poche ore fa nella caserma di via Ferri. "Un momento che mai avrei voluto vivere - confessa il comandante, colonnello Claudio Brunetta - riportare la bandiera a Roma provoca una tristezza infinita".

Lo scioglimento del Reparto di Chieti è stato possibile attraverso la riduzione del reclutamento come strumento per ottenere più rapidamente il taglio del personale, che dagli attuali 183 mila militari passerà ai 150 mila circa previsti dal Ministro della Difesa Di Paola. Alla "Berardi", dei 700 presenti, il numero dei soldati era già sceso a 200.

Lettere dei politici, raccolte firme e proclami sono stati vani: la città ancora una volta è costretta a leccarsi le ferite.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esercito: addio 123° Reggimento Chieti

ChietiToday è in caricamento