Cronaca

Scarse condizioni igieniche nel laboratorio di salumi: chiuso

Controlli dei carabinieri del Nas in una porcilaia della provincia di Chieti. Alle pareti muffe e nei frigoriferi c'era la ruggine. Disposta l'immediata sospensione dell'attività fino al ripristino di condizioni igienico-sanitarie

I carabinieri del Nas di Pescara hanno disposto l'immediata sospensione dell'attività in un laboratorio di salumi del Chietino trovato in pessime condizioni igieniche. Durante i controlli nella porcilaia sono state riscontrate, tra le altre cose, muffe sulle pareti e ruggine nei frigoriferi.

Il controllo, condotto in collaborazione con i carabinieri del Comando provinciale e veterinari della Asl, era stato disposto per accertare le condizioni di vivibilità e benessere, poi risultate accettabili, degli oltre 500 suini presenti. Ma nel laboratorio gestito dagli allevatori le infiltrazioni d'acqua avevano provocato copiose fioriture di muffe alle pareti dei locali in cui vengono preparati i salumi oltre alla sporcizia.

Il laboratorio resterà chiuso fino al ripristino di condizioni igienico-sanitarie idonee. Già nelle ultime settimane un paio di allevamenti bovini, rispettivamente nel Teramano e nell'Aquilano, sono stati sanzionati dai Nas.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarse condizioni igieniche nel laboratorio di salumi: chiuso

ChietiToday è in caricamento