menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli Nas e Guardia costiera, chiusi spaccio di carni e frantoio nel Chietino

Nel primo caso i militari del Nas hanno appurato la totale assenza delle registrazioni alla Asl. Poco distante, c'era un frantoio che operava in pessime condizioni igienico sanitarie, chiuso fino al ripristino delle condizioni idonee

Proseguono i controlli dei Carabinieri del Nas di Pescara e della Guardia costiera per verificare la corretta conduzione delle attività produttive degli alimenti che finiranno sulle tavole degli abruzzesi a Natale.

Nei giorni scorsi i sopralluoghi hanno condotto alla sospensione dell'attività di uno spaccio di carni abusivo e alla chiusura di un frantoio, entrambi nel Chietino. Nel primo caso i militari del Nas hanno appurato la totale assenza delle registrazioni alla Asl. Poco distante, c'era un frantoio che operava in pessime condizioni igienico sanitarie, sia per quanto riguarda i locali che per i macchinari.

I provvedimenti sono stati presi in collaborazione con il Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione (Sian) e con il Servizio veterinario della Asl, fino al ripristino delle condizioni idonee. Per verificare l'eventuale presenza di scarichi non a norma, gli uomini della Guardia Costiera hanno effettuato campionamenti e analisi di cui si attendono gli esiti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento