menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La biglietteria della stazione chiude proprio all'inizio dell'estate

La decisione, dal 1° giugno, è stata presa dalla direzione regionale di Trenitalia, ma ora la Cisl insorge e chiede un confronto anche con le istituzioni

Da sabato 1° giugno, la biglietteria della stazione ferroviaria di Vasto-San Salvo è chiusa. Una decisione che, come denuncia Amelio Angelucci, segretario generale aggiunto della Cisl Trasporti Abruzzo Molise, è stata assunta in maniera unilaterale dalla direzione regionale di Trenitalia, proprio alla viglia della stagione estiva. 

Per Angelucci, la chiusura è intempestiva, 

tenuto conto che un intero comprensorio si appresta ad affrontare la stagione estiva e di conseguenza l’arrivo di turisti che, come “benvenuto”, avranno il piacere di arrivare in città attraverso una stazione desertificata.

La Cisl Trasporti ritiene fondamentale affrontare tutta la problematica in primis attraverso un confronto con Trenitalia, coinvolgendo anche il committente, ovvero la Regione Abruzzo, che attraverso il Contratto di Servizio paga i servizi ferroviari regionali, compresi quelli relativi a vendita e assistenza alla clientela.

Non è possibile assistere passivamente a una scelta aziendale che condiziona negativamente l’economia di un intero territorio. Anche le istituzioni locali facciano la loro parte, c’è la necessità di mettere a sistema tutti i portatori di interessi coinvolti da questa situazione e fare in modo che lo scalo di Vasto-San Salvo possa continuare ad offrire un servizio all’altezza delle ricchezze e delle bellezze del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento