menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti Solidale tra tagli e possibili ritardi degli stipendi: i dubbi dei lavoratori

I sindacati tengono alta l'attenzione sulle sorti dei lavoratori e tornano a chiedere un incontro urgente al sindaco e ai vertici

Dopo l'annuncio della trasformazione in Srl la situazione della Chieti Solidale è ancora abbastanza confusa.

A tenere alta l'attenzione sulle sorti dei lavoratori sono le organizzazioni sindacali che tornano a chiedere un incontro urgente al sindaco Umberto Di Primio, al presidente Alfiero Corbo e al direttore Angelo Romano. 

Secondo quanto riferito da Usb, Cgil e Confsal, pare che per i mesi di gennaio e febbraio 2019 il Comune abbia confermato le riduzioni dei servizi già operative negli ultimi due mesi del 2018. Inoltre si vocifera che ci sarebbero delle difficoltà nel pagamento dello stipendio di gennaio, eventualità che creerebbe altri ritardi nell’erogazione degli stipendi, come già successo in precedenza.

Da qui la necessità di un incontro urgente nel corso del quale i sindacati vogliono anche capire quali sono le intenzioni del Comune di Chieti circa il prosieguo dei servizi del Piano Sociale di zona, l’eventuale taglio degli stessi anche per il 2019 e le modalità che la Chieti Solidale sta mettendo in atto per redigere il Piano Industriale della S.r.l.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento