Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Chieti Solidale, stipendi in ritardo. Le lavoratrici: “Mandiamo le bollette a casa del sindaco?”

Anche questo mese i dipendenti dell’azienda segnalano disagi. Cresce il malcontento: “In alcune famiglie i coniugi lavorano rispettivamente a Chieti Solidale e a Formula Ambiente. La situazione rischia di diventare drammatica”

Anche questo mese gli operatori di Chieti Solidale segnalano ritardi nel pagamento degli stipendi, registrando una condizione di disagio che li accomuna alle altre aziende che erogano servizi per conto del Comune di Chieti come Ladisa ristorazione e Formula Ambiente, che oggi in municipio incontrerà i referenti per sottoscrivere impegni certi. Ma, mentre si lavora a una soluzione per scongiurare lo stop dei servizi e garantire gli stipendi, le famiglie sono messe a dura prova.

“Ieri non è arrivata la busta paga – riferiscono le lavoratrici di Chieti Solidale – e nessuno ci aveva avvertito di questo ritardo. Ai sindacati il direttore dell’azienda ha detto che si sono stati dei disguidi e ha confermato che non si sa quando saranno erogati gli stipendi. Nel frattempo le famiglie sono nei guai. Senza contare il dramma di quelle famiglie dove il marito lavora a Formula Ambiente e la moglie per Chieti Solidale. Come fanno ad andare avanti? E noi tutti, a chi mandiamo le bollette? A casa del sindaco o dei sindacalisti?”.

Senza contare le lamentele che gli operatori raccolgono quotidianamente nelle scuole dove i genitori hanno già pagato per scuolabus, mensa, pre e post scuola. Anche questo mese, insomma, la situazione è cupa per i dipendenti di Chieti Solidale che tuttavia continuano a garantire il servizio alle categorie più deboli.  

”Non possiamo fare altro che aspettare  – dicono ancora – ma che rabbia. Nei prossimi giorni vedremo come muoverci anche in base alle indicazioni dei sindacati che interpelleranno il prefetto. Ma questa situazione - ammettono - ci sta logorando”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti Solidale, stipendi in ritardo. Le lavoratrici: “Mandiamo le bollette a casa del sindaco?”

ChietiToday è in caricamento