rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Chieti sicura: sottoscritto il patto tra prefettura e sindaco, c'è anche l'università

Il Patto prevede un maggiore coinvolgimento della polizia locale per fronteggiare l'emergere di situazioni di particolare criticità. Siglato anche un protocollo con la d'Annunzio

E’ stato sottoscritto questa mattina in Prefettura il Patto Chieti Sicura. Il prefetto Fulvio Rocco de Marinis e il sindaco di Chieti Umberto Di Primio hanno firmato un accordo che prevede  un maggiore coinvolgimento della polizia locale per fronteggiare l’emergere di situazioni di particolare criticità sul territorio. Nello specifico, il patto darà corso ad azioni sinergiche in materia di sicurezza urbana integrata, favorirà la condivisione di dati e conoscenze relative alla sicurezza del territorio con il contributo dell’Università, attiverà percorsi di ascolto e confronto con cittadini, commercianti, extracomunitari.

Presso la Prefettura inoltre, verrà istituita una cabina di regia nominata dal Prefetto, per valutazione le iniziative da intraprendere e coordinare la gestione del sistema di videosorveglianza. Ne faranno parte rappresentanti delle forze di polizia, del Comune di Chieti e della polizia locale.

Il compito del Comune sarà anche poseguire lo sviluppo di progetti mirati di riqualificazione urbana, quali l’adeguamento e la razionalizzazione del sistema di video sorveglianza, il potenziamento della rete di illuminazione pubblica e la manutenzione delle aree e saranno potenziati i servizi di controllo per contrastare l’abusivismo commerciale ambulante, l’accattonaggio, lo sfruttamento e l’impiego irregolare di manodopera.

Accanto al  Patto Chieti Sicura con  il rettore dell’Università “G. d’Annunzio”, Carmine Di Ilio, oggi è stato anche siglato il Protocollo di intesa per la sicurezza della città che prevede la costituzione di una struttura di collegamento per mettere a confronto i dati della polizia locale e i risultati delle indagini condotte dall’Università. ”I fenomeni registrati in città non sono statisticamente allarmanti – ha commentato a margine il sindaco Di Primio - ma questo non vuol dire che non ci siano problemi di sicurezza. Il Patto Chieti Sicura servirà senza dubbio a creare una rete di sicurezza plasmabilmente percepibile dai cittadini. Molto apprezzabile è inoltre il coinvolgimento dell’Università d’Annunzio, vera risorsa culturale con cui costruire percorsi e progetti di sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti sicura: sottoscritto il patto tra prefettura e sindaco, c'è anche l'università

ChietiToday è in caricamento