rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Chieti siamo noi: 1000 firme per la sfiducia alla giunta comunale

Il comitato propone una mozione di sfiducia e chiede di collaborare al piano commerciale comunale. Forte il malcontento di fronte alle non azioni per la riqualificazione, valorizzazione, promozione della città

Il Comitato spontaneo Chieti Siamo Noi torna a riunirsi e chiede maggiore coinvolgimento nelle scelte determinanti per il futuro della città. Per il gruppo di commercianti, artigiani e imprenditori cittadini, dopo aver raggiunto circa 1000 adesioni alla petizione ‘Proposta di Mozione di Sfiducia alla Giunta Comunale’ è giunto il momento di mettersi al lavoro per cercare soluzioni che segnino una chiara inversione di tendenza dallo spopolamento sociale e commerciale di Chieti. Di questo si è parlato alla riunione di lunedì scorso all’auditorium della chiesa del Tricalle.

Forte il malcontento degli aderenti di fronte alle azioni della attuale amministrazione “e delle non azioni – sottolineano dal Comitato – che ad oggi non sono state poste in essere per la riqualificazione, valorizzazione, promozione delle numerose potenzialità che Chieti ha in ambito del sistema dei parcheggi e della viabilità pubblica, del piccolo/medio commercio, dell’artigianato, dell’arte, della cultura, del turismo. Da quanto prospettato nella programmazione esecutiva nel breve e medio periodo, a quanto pare volta prioritariamente all’enfatizzazione della media e grande distribuzione nonché alla consueta e stanca formula della offerta del suolo comunale ai mercati di ambulanti – aggiungono - traspare che il paventato impegno di questa maggioranza di porre in essere con autorevolezza azioni creative e di discontinuità con il passato sia riconducibile ad una mera e fugace promessa pre-elettorale”.

Chieti Siamo Noi vuole quindi dire basta ai tentativi fallimentari calati dall’alto o dalle associazioni di categoria che non sempre sono rappresentative della vita commerciale, artigianale e imprenditoriale, della città. “Parte da qui la prima delle numerose esortazioni che il Comitato anticipa agli operatori istituzionali: che si inizi a pensare ad un modo creativo per rendere il Comitato in essere partecipe delle scelte cruciali per il futuro dell’urbe, non ultimo per la elaborazione del richiesto Piano Commerciale Comunale”.

Il prossimo incontro di Chieti Siamo Noi è per lunedì 11 aprile alle 21 sempre all’auditorium del Tricalle.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti siamo noi: 1000 firme per la sfiducia alla giunta comunale

ChietiToday è in caricamento