Chieti Scalo, il cortile della scuola impraticabile dopo l'acquazzone

Bambini costretti ad utilizzare un ingresso alternativo questa mattina. Il Pd attacca: "Sindaco incapace di gestire le scuole e il trasporto scolastico"

Il maltempo delle ultime ore ha provocato alcuni allagamenti in diverse vie di Chieti Scalo e disagi nelle scuole.

Questa mattina il cortile della primaria di via Amiterno era impraticabile. "Le famiglie con i bambini hanno dovuto usufruire di un ingresso alternativo per evitare di raggiungere la scuola con mezzi nautici" fa sapere il gruppo consiliare del Partito Democratico di Chieti che punta il dito contro l'amministrazione Di Primio.

"È davvero intollerabile - dicono gli espoinenti del Pd - che dopo tanti anni non si sia provveduto a sistemare una situazione dannosa e pericolosa per l'incolumità dei più piccoli e delle loro famiglie. Non possiamo tralasciare il fatto che sono spesso le famiglie volenterose ad occuparsi della manutenzione e della verniciatura delle aule della scuole, mentre in realtà la competenza spetterebbe al comune di Chieti che anche in questo caso si dimostra totalmente assente e insensibile ai bisogni delle famiglie".

cortile allagato via amiterno-2

Sempre sul tema scuola il  gruppo consiliare ricorda che siamo ormai alla fine di ottobre e non è stato ancora istituito il servizio scuolabus. "È di pochi giorni fa la notizia di una raccolta di manifestazione di interesse da parte del Comune volta ad individuare famiglie interessate al servizio del trasporto scolastico. La manifestazione di interesse, non pubblicata sulla home del sito del comune di Chieti , è stata però pubblicata dagli istituti comprensivi ,in alcuni casi con ritardo, dando alle famiglie solo due giorni di tempo per presentare la documentazione necessaria. Alle famiglie interessate è stato inoltre comunicato che la manifestazione di interesse non costituisce alcun vincolo nei confronti del Comune e che al momento non si sa se sarà Chieti solidale o società terza a gestire il trasporto scolastico".

E concludono: "Sono intollerabili la totale trascuratezza e negligenza nel gestire servizi essenziali alle famiglie, perpetrate dall' amministrazione di centro-destra. I bambini, futuro della nostra città, sono totalmente dimenticati dall'amministrazione Di Primio. Come può un sindaco incapace di gestire le scuole della propria città e il trasporto scolastico avere l'ambizione di guidare una provincia? Ci permettiamo di consigliare al sindaco Di Primio di curare con più attenzione la propria città prima di avere ambizioni che lo proiettino su un territorio più vasto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

  • La dea bendata torna a baciare la ricevitoria Luciani: vinti 50 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
ChietiToday è in caricamento