Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

La città degli impianti sportivi abbandonati non presenta progetti per ottenere finanziamenti

La denuncia di Giustizia Sociale, che denuncia la mancata partecipazione del Comune di Chieti al bando dell'Anci per le strutture sportive

L'impianto sportivo di San Martino, abbandonato da anni

Impianti sportivi abbandonati, da migliorare, in cerca di gestori che possano riportarli a nuova vita. Accade a Chieti, dove, però, non vengono intercettati fondi utili a rimettere in sesto le strutture cittadine e promuovere la cultura sportiva. La denuncia arriva da Michele Di Paolo, responsabile di Giustizia Sociale per le attività sportive. 

Di Paolo rammenta che a luglio dell'anno scorso l’Istituto per il Credito Sportivo e l'Anci, sottoscrissero il protocollo di intesa "Sport Missione Comune", che prevedeva la concessione di contributi in conto interessi sui mutui per gli impianti sportivi. Dunque tutti i Comuni italiani che volessero migliorare, ristrutturare o costruire impianti sportivi, avrebbero avuto a disposizione un plafond di 60mila euro, senza alcun interesse.

I Comuni Capoluogo avrebbero potuto usufruire di di 18 milioni di euro, che sarebbero stati a loro volta suddivisi in funzione dei vari progetti presentati e che avrebbero permesso ad un comune come quello di Chieti di riuscire ad ottenere finanziamenti per diverse centinaia di mila euro. Il Comune di Chieti, però, non ha presentato alcun progetto. "Ma da informazioni sommarie assunte - punta il dito Di Paolo - pare che neanche ne fosse a conoscenza".

"Inutile sottolineare - commenta Michele Di Paolo - che l’inserimento al finanziamento sarebbe stata una vera e propria boccata d’ossigeno per i nostri impianti sportivi,  ormai abbandonati al più totale degrado, come il campo del Celdit, il campo di Sant'Anna e il tanto amato campetto della Villa Comunale. Ma l’elenco delle strutture sportive comunali che necessitano di interventi strutturali è lungo, lunghissimo. Un pressapochismo davvero imbarazzante dimostrato dall’amministrazione comunale, soprattutto in considerazione del fatto che il protocollo di intesa alla base del finanziamento è stato firmato dall'Anci, di cui il sindaco di Chieti Umberto Di Primio è vice presidente e aspira, da voci di corridoio, a diventarne addirittura il presidente".

Di Paolo fa notare come, tra i 24 comuni abruzzesi ammessi al bando, ben 15 siano della provincia di Chieti. 

                                    

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città degli impianti sportivi abbandonati non presenta progetti per ottenere finanziamenti

ChietiToday è in caricamento