Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Chieti Scalo / Piazza Carafa Paolo IV

A Chieti nasce il comitato promotore del club per l'Unesco, sabato la prima iniziativa pubblica

In occasione della giornata del libro, la presentazione di “16 luglio 1950- Inaugurazione della linea filoviaria. Piccola cronaca di un grande avvenimento nel trasposto pubblico della città di Chieti”, di Franco Amoroso

Anche Chieti ha il suo comitato promotore del club per l'Unesco, riconosciuto ufficialmente pochi giorni fa dal consiglio direttivo della federazione italiana dei club e centri Unesco, che raccoglie persone appartenenti a vari ambiti lavorativi, professionali, di studio, con una forte presenza di giovani. La coordinatrice è Cinzia Di Vincenzo e ne fanno parte Mauro Cerritelli, Miria Ciarma, Anna Crisante, Francesca Maria D’Antonio, Mauro Latini, Giancamillo Marrone, Virginia Marrone, Gilda Pescara, Luigi Proietto, Gemma Reggimenti, Agnese Santini, Rita Trozzi. 

Il Comitato Promotore, che aspira a raccogliere la più ampia adesione e partecipazione, è il primo passo necessario per il successivo inserimento anche della nostra città nella Federazione Italiana dei Club e Centri per l'Unesco – Ficlu associata alla Federazione Mondiale. 

Lo scopo è la promozione e la diffusione dei principî e degli ideali dell'Unesco, attraverso la partecipazione attiva della società civile alla comprensione dei maggiori problemi della comunità locale, nazionale ed internazionale, così favorendo anche la diffusione dell’educazione e della conoscenza, la tutela dell’arte e del patrimonio culturale, lo sviluppo di una cultura di pace. 

L’attenzione alla storia, alle tradizioni, alle arti, al patrimonio culturale e naturale saranno alla base delle attività e iniziative del Comitato Promotore di Chieti nelle quali sarà coinvolto in via prioritaria il mondo della scuola. Saranno curati rapporti e collaborazioni con gli altri organi dello Stato, delle rappresentanze di amministrazioni ed enti locali, delle associazioni nazionali e internazionali che perseguono finalità in linea con quelle dell’Unesco. In particolare, si desidera essere a fianco delle associazioni locali di volontariato culturale e sociale per dare il dovuto contributo a un’azione che sia più forte e incisiva per la crescita positiva della comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chieti nasce il comitato promotore del club per l'Unesco, sabato la prima iniziativa pubblica

ChietiToday è in caricamento