rotate-mobile
Cronaca

Stadio in pessime condizioni, il Chieti 'emigra' a Ortona: la rabbia dei tifosi

Da tre settimane la squadra neroverde non si allena all'Angelini e per il derby col Giulianova il Chieti quasi sicuramente non potrà giocare in casa per le pessime condizioni del manto erboso. I tifosi protestano con degli striscioni

Il Chieti 'emigra' a Ortona e i tifosi se la prendono con la politica. A causa delle pessime condizioni del manto erboso dello stadio Angelini infatti, il derby Chieti-Giulianova di domenica 15 novembre si giocherà a Ortona. A confermarlo è stato il patron Giorgio Pomponi, scusandosi coi tifosi neroverdi per il disagio. Tifosi che, appresa la notizia, hanno manifestato tutta la rabbia nei confronti della classe politica cittadina affiggendo striscioni di protesta in piazzale Marconi e al terminal di via Gran Sasso per rivendicare la salvaguardia dello stadio Angelini.

Nei giorni socrsi la società neroverde aveva annunciato una serie di lavori per 850mila euro all'Angelini, che includono il rifacimento degli spogliatoi, la riqualificazione della curva Volpi e altri interventi di adeguamento necessari. Attualmente però, le condizioni del manto erboso dello stadio allo Scalo sono pessime e rendono difficoltoso il gioco, come accaduto domenica scorsa col Matelica.

Una settimana fa gli ultras invece avevano provveduto a ripulire la curva da rifiuti e sporcizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio in pessime condizioni, il Chieti 'emigra' a Ortona: la rabbia dei tifosi

ChietiToday è in caricamento