menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti torna nel comitato ristretto dei sindaci della Asl

Umberto Di Primio eletto assieme ai sindaci di Casoli, Lanciano, Ortona e Vasto. Il comitato è un organo di indirizzo politico-amministrativo che provvede alla definizione delle linee di indirizzo per l'impostazione programmatica dell'attività della Asl

I sindaci di Casoli, Massimo Tiberini, di Chieti, Umberto Di Primio, di Lanciano, Mario Pupillo, di Ortona, Vincenzo D’Ottavio, e di Vasto, Francesco Menna, sono i nuovi componenti del Comitato ristretto dei sindaci della Asl Lanciano Vasto Chieti, che resterà in carica per i prossimi quattro anni.

A eleggerli, nel tardo pomeriggio di ieri, è stata l’assemblea dei sindaci della provincia riunita presso la sala rossa della Camera di Commercio di Chieti.  Inizialmente erano state presentate otto candidature, ma al termine della discussione tre sindaci (quelli di Atessa, Guardiagrele e Villa Santa Maria) hanno deciso di ritirare la candidatura e confluire su una scelta unitaria. 

“Sono contento che dopo alcuni anni Chieti ritorna nel Comitato Ristretto dei Sindaci - ha commentato a margine dell’elezione Di Primio - il mio impegno all’interno del Comitato non mi vedrà fare retroguardia o battaglie di campanile, ma darà un contributo fattivo, insieme agli altri sindaci eletti all’interno del Comitato Ristretto, affinché la politica sanitaria regionale tenga d’occhio i costi della sanità, rispetti i bisogni e le esigenze dei cittadini, sia attenta ai territori e alle aree interne e soprattutto sia lungimirante nella gestione degli Ospedali di Chieti, Lanciano e Vasto.

Un’attenzione che dovrà essere rivolta, in termini di programmazione, già nel nuovo piano di riordino della rete ospedaliera che la Regione sta predisponendo. Come sindaci – ha evidenziato - siamo quotidianamente chiamati a rispondere alle esigenze dei cittadini, la salute è un diritto costituzionalmente protetto, ma è altresì doveroso, in tema sanitario, fare proposte efficaci che tengano conto delle evoluzioni che ci sono state in questi anni, sia nei rapporti fra sanità pubblica e privata sia per quanto riguarda la riorganizzazione sul territorio della sanità”.

Nella prossima seduta i componenti del Comitato ristretto eleggeranno il presidente al proprio interno, a maggioranza e con votazione segreta.  Il Comitato ristretto dei sindaci è un organo di indirizzo politico-amministrativo della Asl che provvede alla definizione delle linee di indirizzo per l’impostazione programmatica dell’attività dell’Azienda, nell’ambito della programmazione regionale; esamina il bilancio pluriennale di previsione e il bilancio di esercizio e rimette alla Regione Abruzzo le relative osservazioni; verifica l’andamento generale dell’attività e contribuisce alla definizione dei piani programmatici trasmettendo le proprie valutazioni e proposte al Direttore generale e alla Regione; designa un membro del Collegio dei revisori della Asl

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento