menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiesa chiusa da due anni a Castelferrato, ma i tempi per la riapertura sono ancora lunghi

Tutto tace dagli enti preposti nonostante le ripetute richieste. Dal terremoto del 2016 la chiesa nella frazione di Torrevecchia non è più accessibile

La comunità di San Giuseppe nella frazione di Castelferrato a Torrevecchia Teatina attende con impazienza la riapertura della chiesa, dichiarata inagibile dopo il terremoto del 30 ottobre 2016. Il Comune, secondo le disposizioni, si era mosso per chiedere le perizie di esperti, i quali confermarono l’inagibilità della chiesa.

Ma da due anni ormai la chiesa di San Giuseppe non è più accessibile e la messa si celebra al ristorante. 

Da Torrevecchia è partito un progetto presentato agli enti preposti e sembrerebbe che la chiesa sia in lista, ma da un anno l'iter pare essersi fermato. Il parroco don Nicolino Santilli, coadiuvato da un comitato cittadino, ha anche fatto un’ulteriore richiesta lo scorso 30 aprile, ma a distanza di quasi due mesi tutto tace. “Comprendo la priorità di voler riaprire almeno una chiesa in ogni paese colpito dal sisma - dichiara il parroco - ma non comprendo il silenzio assordante da parte delle competenti autorità preposte per la ricostruzione ad una domanda di chiarificazione sull’argomento”.

La popolazione spera che quanto prima ci siano buone nuove e che si possa tornare a celebrare dignitosamente nell’edificio di culto. Ma a quanto pare l'attesa sembra ancora lunga.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento