rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Cupello

Soldi per conto di un gruppo religioso ma non era vero: 32enne denunciato

Con il pretesto di promuovere eventi per l'assistenza ai bisognosi, chiedeva ai titolari di ristoranti piccoli contributi di circa 50 euro. Ai carabinieri ha confessato di essere in precarie condizioni economiche

Chiedeva denaro presentandosi come un componente di una confraternita cattolica dedita all’assistenza dei bisognosi ma i carabinieri lo hanno scoperto e denunciato con le accuse di usurpazioni di titoli e tentata truffa.

Lui è un 32enne di Cupello, già noto alle forze dell’ordine. Con il pretesto di promuovere una serie di eventi organizzati da una nota confraternita religiosa, l’uomo chiedeva ai titolari di ristoranti ed esercizi pubblici piccoli contributi di circa 50 euro. Da loro si presentava con una felpa dell’associazione e altro materiale appartenente alla stessa promettendo che, qualora il titolare del ristorante avesse dato il suo contributo, sarebbero stati organizzati degli eventi nel suo locale.

Dopo la segnalazione di una ristoratrice a Castiglione Messer Marino, i carabinieri si sono messi sulle tracce dell’uomo beccandolo, a distanza di poche ore, in una trattoria della zona mentre era intento a promuovere le sue false attività umanitarie.

Smascherato, il 32enne ha confessato di trovarsi in precarie condizioni economiche e di aver architettato il sistema per poter “guadagnare” qualcosa. Nei giorni precedenti aveva racimolato qualche centinaia di euro grazie alle donazioni dei titolari di tre ristoranti ubicati in piccoli centri della provincia di Chieti e uno in provincia di Campobasso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi per conto di un gruppo religioso ma non era vero: 32enne denunciato

ChietiToday è in caricamento