Cronaca

Chiazza di petrolio da mille litri in mare al largo di Termoli, non ci sarebbero danni

Una macchia di petrolio è comparsa a 12 miglia dalla costa molisana, avvistata dall'equipaggio della nave di stoccaggio Alba Marina, al campo petrolifero Rospo Mare. La guardia costiera rassicura: nessun danno allo specchio d'acqua

Una chiazza di idrocarburi di circa mille litri è apparsa al largo del mar Adriatico, fra Abruzzo e Molise, a 12 miglia a largo di Termoli. Ad avvistarla per prima l’equipaggio della nave di stoccaggio Alba Marina, al campo petrolifero Rospo Mare. Ne dà notizia la Edison, società che opera alle piattaforme petrolifere. 

Secondo quanto riferito all’Ansa dal capitano di vascello Luciano Pozzolano, direttore marittimo di Abruzzo e Molise della Direzione marittima Guardia costiera, dal monitoraggio aereo non sembrerebbero esserci danni allo specchio d’acqua verso le isole Tremiti. Secondo lo stesso Pozzolano la chiazza sarebbe di greggio. Per il momento non se ne conosce la provenienza.

La procedura di emergenza è scattata immediatamente: la produzione è stata fermata e sono entrati in azione tutti i mezzi antinquinamento a mare e aerei. Sul posto stanno operando le squadre del campo Rospo Mare e la Capitaneria.

Il campo petrolifero di Rospo Mare è attivo dal 1982 e in trenta anni ha estratto 92 milioni di barili di olio. Gli impiantisono gestiti da Edison (62 %) ed Eni (38 %).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiazza di petrolio da mille litri in mare al largo di Termoli, non ci sarebbero danni

ChietiToday è in caricamento