menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Asl non rinnova la convezione: chiude il centro dialisi a Francavilla

Dal mese prossimo il centro Diaverum chiude e licenzia dieci dipendenti. La Asl ha deciso internalizzare il servizio all'ospedale di Ortona

A Francavilla c'è preoccupazione per la decisione di chiudere Diaverum, il centro dialisi di piazza Porta Ripa. Dal mese prossimo, infatti, l’azienda ha comunicato la chiusura e il conseguente licenziamento ai suoi dieci dipendenti. Decisiva per la fine delle attività di Diaverum a Francavilla è stata la decisione presa della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, di non rinnovare la convenzione e internalizzare il servizio per rilanciare l’attività di dialisi all'ospedale di Ortona dove le apparecchiature sono già presenti.

“In base a quanto ci è stato comunicato – fa sapere la Diaverum - appare evidente che non è possibile ipotizzare soluzioni alternative alla soppressione di tutti i posti di lavoro per la cessazione dell'attività”.

Del futuro dei dipendenti si occupano i sindacati: ”Nei prossimi giorni chiederemo un tavolo di confronto cercando di coinvolgere la Regione, il Comune e la Asl, per trovare una soluzione - dice Giuseppe Rucci, segretario provinciale della Cgil Fp di Chieti - la reinternalizzazione del servizio è una scelta politica che purtroppo si ripercuote sui lavoratori e sui fruitori. Diaverum nel corso degli anni era diventata un punto di riferimento non solo per Francavilla, ma per tutta la zona. A oggi, purtroppo, non sembrano esserci alternative alla chiusura”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento