Ortona: venerdì inaugura la centrale Turbogas ma sarà un momento simbolico

La Tamarete Energia invita i cittadini il 31 maggio per "un momento simbolico" e rassicura sulle precauzioni già prese per evitare il minimo impatto acustico e ambientale. "Centrale costruita a regola d'arte secondo le normative", dice l'azienda

Sarà inaugurata venerdì (31 maggio) la centrale Turbogas della Tamarete Energia. Non l’inizio effettivo della produzione, precisa l’azienda in una nota, ma “un momento da considerare come simbolico”.

Tanto che la Tamarete Energia invita la cittadinanza “per il riconoscimento di un’opera infrastrutturale importante e che impiegherà anche nuova forza occupazionale sul territorio”. Sono state molte le proteste e le perplessità degli ortonesi negli ultimi anni. Dubbi sui potenziali pericoli di una struttura simile e sulle conseguenze che potesse avere sull’aria e sul territorio.

L’ultimo è stato il consigliere di Sel Patrizio Marino, che ha chiesto chiarimenti sulle autorizzazioni – tutte regolarmente concesse – e sui provvedimenti adottati dalla Tamarete Energia per limitare al minimo l’impatto ambientale.

Le rassicurazioni, alla vigilia dell’inaugurazione, arrivano direttamente dall’azienda: “La centrale è stata costruita a regola d’arte, rispettando tutte le normative”. Tutte le contestazioni sottoposto alla giustizia amministrativa sono state respinte dal Tar dell’Aquila “che ha sempre dichiarato la correttezza dei procedimenti”, precisa la nota. “L’agibilità cui fa riferimento il consigliere Marino e che dev’essere concessa dall’ufficio tecnico del Comune di Ortona trova il suo fondamento nell’effettiva sussistenza dei requisiti di carattere igienicosanitario richiesti dalla legge per il suo rilascio”.

L’azienda assicura che inoltrerà la richiesta appena saranno terminate le finiture, come prevede la legge. E per quanto riguarda l’aspetto ambientale, quel che più sta a cuore a cittadini e istituzioni ortonesi, Tamarete Energia garantisce la massima attenzione. Sono già state predisposte le procedure “per effettuare il monitoraggio della qualità dell’aria nella zona”. Per conoscere i risultati basterà collegarsi al sito dell’azienda e analizzare i bollettini giornalieri. “Le emissioni al camino sono invece monitorate direttamente dall’Arta (Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente) Abruzzo come prescritto nell’Aia (Autorizzazione integrata ambientale)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’azienda assicura di aver pensato anche a tenere sotto controllo l’impatto acusativo “che è stato ampiamente studiato e caratterizzato precedentemente alla costruzione dell’impianto e al momento delle prime prove di accensione dei macchinari. Si precisa inoltre che la centrale è allacciata al depuratore consortile, che è in fase di collaudo, e Tamarete Energia si è già attivata per richiedere l’autorizzazione allo scarico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento