Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Gessopalena

Centrale idroelettrica Gessopalena: la Regione fa marcia indietro

L'assessore regionale Mauro Febbo chiede per conto dell'Ente al sindaco Iannurato di bloccare la gara d'appalto: occorre verificare gli impatti della centrale idroelettrica sulle specie e sugli habitat presenti nel fiume Aventino

Il sindaco di Gessopalena, Antonio Iannurato, non è intenzionato a sospendere la gara di appalto per la realizzazione della centrale idroelettrica, così come richiesto dall'assessorato regionale. "Chiedere di sospendere una procedura di appalto in atto, pubblicata dalla Gazzetta Ufficiale e dal Bura, è di estrema gravità oltre a rappresentare una turbativa d'asta bella e buona - motiva Iannurato -  Non si può amministrare in questo modo assurdo dopo che la Regione Abruzzo ha dato tutti i pareri legittimi sul progetto per la costruzione della centrale idroelettrica sul fiume Aventino. Sorprende poi, che le stesse amministrazioni pubbliche non rispettano le leggi e l'operato dei loro dirigenti".

La richiesta dell'assessore Mauro Febbo è legata al fatto che i pescatori hanno dato parere fortemente negativo a un'opera che nuocerebbe alla fauna ittica dell'Aventino e quindi era stato chiesto di congelare la procedura, nell'attesa di una riunione chiarificatrice.

Pronta la replica di Febbo: "Le accuse di Iannurato sono gravissime: l'espressione “turbativa d’asta” è un delitto contro la pubblica amministrazione e non escludo per questo di agire per vie legali". Febbo ricorda che gli uffici competenti della Regione Abruzzo, attraverso una comunicazione ufficiale, hanno sollecitato Iannurato a realizzare uno Studio di Valutazione di incidenza per la centrale idroelettrica, al fine di verificare gli impatti sulle specie e sugli habitat con particolare attenzione per la lontra, di cui è stata evidenziata una significativa presenza nel tratto del fiume Aventino a monte del lago di Casoli.

"Inoltre - prosegue Febbo -  il competente Servizio Conservazione della Natura ha preso contatti con la Provincia di Chieti al fine di verificare se nel corso d’acqua interessato dal progetto, sia riscontrabile la presenza di esemplari di gambero di fiume ed è per questo che è stato chiesto al sindaco di Gessopalena di effettuare anche questa ulteriore verifica. La Direzione competente inoltre, come da direttive comunitarie in materia, intende verificare che l’opera in oggetto non abbia ad incidere sulla lontra il cui areale interessa il bacino del Sangro di cui l’Aventino fa parte".

L'invito è a realizzare gli adempimenti richiesti dagli uffici regionali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrale idroelettrica Gessopalena: la Regione fa marcia indietro

ChietiToday è in caricamento