Castelguidone, senza auto non ci si sposta: Regione sospende bus di linea

Per la Regione la strada comunale per scendere a valle, l'unica rimasta dopo la chiusura al traffico della provinciale per una frana, non è idonea al transito degli autobus di linea. L'ultimo è passato martedì sera

La Regione lascia Castelguidone a piedi. A quasi un anno dalle frane sulla provinciale 198, chiusa dalla Provincia, il paese dell'Alto Vastese resta senza autobus di linea.

Da mercoledì mattina il comune non è più raggiungibile dal trasporto pubblico regionale: la Regione Abruzzo, dopo un sopralluogo dei tecnici, ha ritenuto la strada comunale per scendere a valle, l'unica rimasta dopo la chiusura al traffico, non idonea al transito degli autobus di linea. 

Da Castelguidone sarà quindi possibile muoversi solo con mezzi propri per accedere alla fondovalle Trigno e raggiungere Vasto, San Salvo o Trivento. Se per i trentacinque studenti pendolari il sindaco Donato Sabatino ha annunciato una soluzione a breve, gli  operai dovranno organizzarsi con le auto.

L'ultimo autobus di linea che collega il comune alla zona industriale di Vasto-San Salvo è passato martedì sera poco prima delle 21.

Eppure la Provincia aveva ottenuto un finanziamento regionale da 580 mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla questione in mattinata è arrivata un'interpellanza urgente del presidente della Commissione Vigilanza e consigliere regionale, Mauro Febbo, il quale chiede al Governatore D'Alfonso come intende risolvere il problema della soppressione del servizio di trasporto pubblico a Castelguidone. “La Regione Abruzzo – dice Febbo – deve dare risposte immediate con somme certe e disponibile al fine di ripristinare la normale viabilità e assicurare agli abitanti di quel territorio la normale vita quotidiana. Un cartello affisso oggi all'Aquila, durante la consegna dei nuovi treni Swing, recitava "dedicato a tutti i pendolari dell'Abruzzo", ebbene D'Alfonso pensi anche a quelli del vastese. Vi sono tanti sindaci che aspettano invano ancora i milioni di euro promessi, duranti i vari sopralluoghi del presidente”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

  • Incendio in un fabbricato della zona industriale a Chieti Scalo: intervengono i vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento