menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelguidone, senza auto non ci si sposta: Regione sospende bus di linea

Per la Regione la strada comunale per scendere a valle, l'unica rimasta dopo la chiusura al traffico della provinciale per una frana, non è idonea al transito degli autobus di linea. L'ultimo è passato martedì sera

La Regione lascia Castelguidone a piedi. A quasi un anno dalle frane sulla provinciale 198, chiusa dalla Provincia, il paese dell'Alto Vastese resta senza autobus di linea.

Da mercoledì mattina il comune non è più raggiungibile dal trasporto pubblico regionale: la Regione Abruzzo, dopo un sopralluogo dei tecnici, ha ritenuto la strada comunale per scendere a valle, l'unica rimasta dopo la chiusura al traffico, non idonea al transito degli autobus di linea. 

Da Castelguidone sarà quindi possibile muoversi solo con mezzi propri per accedere alla fondovalle Trigno e raggiungere Vasto, San Salvo o Trivento. Se per i trentacinque studenti pendolari il sindaco Donato Sabatino ha annunciato una soluzione a breve, gli  operai dovranno organizzarsi con le auto.

L'ultimo autobus di linea che collega il comune alla zona industriale di Vasto-San Salvo è passato martedì sera poco prima delle 21.

Eppure la Provincia aveva ottenuto un finanziamento regionale da 580 mila euro.

Sulla questione in mattinata è arrivata un'interpellanza urgente del presidente della Commissione Vigilanza e consigliere regionale, Mauro Febbo, il quale chiede al Governatore D'Alfonso come intende risolvere il problema della soppressione del servizio di trasporto pubblico a Castelguidone. “La Regione Abruzzo – dice Febbo – deve dare risposte immediate con somme certe e disponibile al fine di ripristinare la normale viabilità e assicurare agli abitanti di quel territorio la normale vita quotidiana. Un cartello affisso oggi all'Aquila, durante la consegna dei nuovi treni Swing, recitava "dedicato a tutti i pendolari dell'Abruzzo", ebbene D'Alfonso pensi anche a quelli del vastese. Vi sono tanti sindaci che aspettano invano ancora i milioni di euro promessi, duranti i vari sopralluoghi del presidente”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento