Cronaca Centro

Castel Frentano racconta il suo impegno per i migranti

In questo Comune, nelle scorse settimane, è stata ospitata una famiglia libica. Martedì 20 ottobre, alle ore 18, si parlerà del tema dei migranti in un dibattito pubblico

La provincia di Chieti continua a dimostrare grande attenzione verso la tematica dei migranti. Dopo la partecipazione di 30 rifugiati politici (che vivono tra Carunchio, Palmoli, Vasto e Torino di Sangro) alla commemorazione dei Martiri di Lanciano, si fa ora avanti anche Castel Frentano. E' infatti in questo Comune che, nelle scorse settimane, è stata ospitata una famiglia libica.

Il comprensorio frentano, dunque, non dice no all'accoglienza degli stranieri.

Martedì 20 ottobre alle ore 18, presso il Teatro Comunale "Di Loreto-Liberati" di Castel Frentano, questa e altre esperienze verranno illustrate pubblicamente nel corso di un dibattito moderato da Matteo Del Nobile al quale prenderanno parte il sindaco Gabriele D'Angelo, l'arcivescovo di Lanciano-Ortona mons. Emidio Cipollone, il prefetto di Chieti Antonio Corona, il presidente della casa famiglia "Il volo del colibrì", Rita Di Biase, e la dirigente scolastica Sandra Di Gregorio.

Nei soli tre mesi di giugno, luglio e agosto, sulle coste italiane sono sbarcate più di 38.700 persone, partite dall’Africa e dal Medioriente alla volta dell’Europa, a fronte delle 113mila arrivate dall'inizio dell'anno. Diverse migliaia di migranti sono state destinate alla nostra regione, e il Chietino si è fatto trovare pronto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel Frentano racconta il suo impegno per i migranti

ChietiToday è in caricamento