Cronaca

Festa della donna: a Casoli le Poste più rosa d'Abruzzo

Su 28 addetti alla corrispondenza, al centro di recapito di Casoli 24 sono donne

le postine di Casoli

È quello di Casoli il Centro di recapito “più rosa” d’Abruzzo. Su un totale di 28 risorse, l’universo femminile rappresenta infatti l’86% del personale con ben 24 donne. Una percentuale altissima, considerando che in tutta la provincia chietina le “quote rose” impegnate nei servizi di recapito rappresentano il 54% del personale (52% in Abruzzo).

E' Poste Italiane a rendere noti i dati per l'8 marzo. Anche la direttrice del centro casolano non poteva che essere una donna: Assunta Verna, quarantatré anni di Lanciano, coniugata con due figli, lavora in Poste Italiane dal 2008. Prima a Lanciano come portalettere e addetta alle lavorazioni interna. Nel 2011 è arrivata per la prima volta a Casoli con il ruolo di caposquadra dei portalettere, mansione ricoperta per tre mesi. Successivamente si è occupata di monitoraggio e qualità presso i centri di Chieti e Pescara. Dal luglio 2013 è tornata a Casoli, per ricoprire la mansione di responsabile della struttura.

Il Centro di Recapito di Casoli assicura la consegna della corrispondenza a circa 13mila famiglie e oltre mille attività commerciali di 18 comuni del territorio. Oltre a Casoli, anche Bomba, Montenerodomo, Gessopalena, Torricella Peligna, Colle di Macine, Pennadomo, Casoli, Palombaro, Pennapiedimonte, Fara San Martino, Civitella Messer Raimondo, Roccascalegna, Altino, Palena, Taranta Peligna, Letto Palena e Lama dei Peligni.

"Siamo al servizio di un territorio prettamente montano – spiega Assunta Verna – abitato soprattutto da persone anziane. Capita spesso che il cliente aspetti il portalettere anche solo per scambiare un sorriso, un saluto, per fare due chiacchiere o anche per richiedere dei piccoli servizi, come ad esempio il pagamento di una bolletta". Tutti i portalettere sono infatti dotati di stampante, palmare e pos e garantiscono a domicilio una molteplicità di servizi.

Dal centro di Casoli dipende anche il presidio di Quadri. Anche qui è confermata la vocazione femminile: su 5 risorse, 4 sono donne. Oltre a Quadri, la corrispondenza viene recapitata anche in altri 12 comuni: Pizzoferrato, Gamberale, Borrello, Rosello Montelapiano, Montebello sul Sangro, Villa Santa Maria, Colledimezzo, Pietraferrazzana, Monteferrante, Roio del Sangro, Civitaluparella e Fallo.

"Poste Italiane - sottolinea l'azienda in una nota - si è caratterizzata come un’azienda al femminile fin dalla sua nascita nella seconda metà dell’Ottocento: il ruolo della donna, inizialmente legato soprattutto ad una innovazione tecnologica come quella del telegrafo, è cresciuto nel tempo e oggi, nell’era di Internet, i numeri parlano di un’azienda in cui le donne rappresentano il 53% della forza lavoro complessiva e il 58% dei direttori dei circa 13mila uffici postali. In Abruzzo le donne rappresentano il 60% del personale, con presenza rilevante nelle posizioni direttive".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della donna: a Casoli le Poste più rosa d'Abruzzo

ChietiToday è in caricamento