Cronaca

Alla caserma Rebeggiani si celebra il 207° annuale della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri - FOTO

Conferiti i riconoscimenti ai militari che si sono particolarmente distinti in attività d’istituto o liberi dal servizio

Alla caserma Rebeggiani di Chieti questa mattina è stato festeggiato il 207° Annuale della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri. Presente nella sede del Centro nazionale amministrativo dell’Arma, una ridotta rappresentanza di militari e delegati dei reparti. 

Nel corso della cerimonia, alla presenza del prefetto di Chieti Armando Forgione, e presieduta dal gen. b. Carlo Cerrina, comandante della legione carabinieri Abruzzo e Molise, dal gen. b. Riccardo Piermarini, comandante del centro nazionale amministrativo dell’Arma dei Carabinieri e dal gen. b. Giampiero Costantini, comandante della legione carabinieri “Forestale” Abruzzo e Molise, sono stati conferiti alcuni riconoscimenti, ai militari che si sono particolarmente distinti in attività d’istituto o liberi dal servizio. 

Nel dettaglio:
- al colonnello Salvatore Falvo, dirigente il Servizio Sanitario Legionale, poiché, designato ufficiale UCR responsabile dell’operazione IGEA per conto dell’Arma dei Carabinieri, operava l’allestimento, la direzione ed il coordinamento delle attività dei siti DTD dislocati nell’ambito della regione Abruzzo, evidenziando straordinarie doti organizzative di comando e controllo in teatro operativo nazionale caratterizzato da elevatissimo rischio epidemiologico.
- al ten. colonnello Luciano Andriulli, comandante il Reparto Comando del Centro Nazionale Amministrativo, per aver operato con straordinaria competenza ed altissima efficacia, contribuendo significativamente al conseguimento degli obbiettivi, quale Provost Marshal e Advisor Training Leader Carabinieri nell’ambito dello Stability Policing della Missione Bilaterale di Supporto in Niger (MISIN).
- al ten. colonnello Annamaria Angelozzi, comandante il NIPAAF Pescara, per l’applicazione e l’impegno professionale dimostrati in occasione dell’operazione di polizia giudiziaria denominata “Il Vate” che ha messo in luce un funzionale sistema corruttivo attraverso cui venivano assegnati, dietro il pagamento di tangenti, fondi per l’organizzazione della manifestazione in occasione dei 150 anni della nascita del poeta G. D’Annunzio.
- al ten. colonnello Margherita Cretella, comandante il NIPAAF Campobasso, per l’applicazione e l’impegno professionale dimostrati nello svolgimento di attività di polizia giudiziaria e controllo del territorio a seguito dell’esplosione verificatasi in una ex fabbrica di fuochi pirotecnici.
- al v. brig. Peppino Cicchini, addetto al N.O.R. – Aliquota Radiomobile della Compagnia cc di Ortona (CH) e al carabiniere Simona Ruggi, addetta alla stazione CC di Ortona, per aver prestato i primi soccorsi ad un collega colpito da improvviso e grave malore, riuscendo a ripristinare le funzioni vitali ormai compromesse attraverso manovre di rianimazione fino all’intervento dei sanitari che si complimentavano per l’operato svolto.   
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla caserma Rebeggiani si celebra il 207° annuale della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri - FOTO

ChietiToday è in caricamento