menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
una conferenza stampa di qualche tempo fa agli Istituti Riuniti

una conferenza stampa di qualche tempo fa agli Istituti Riuniti

Case di riposo Chieti: dichiarato lo stato di agitazione del personale

Mancanza di liquidità e difficoltà nel pagamento degli stipendi agli Istituti Riuniti S. Giovanni Battista. A rischio l'erogazione dei servizi. I sindacati chiedono un tavolo in Prefettura

I dipendenti delle Case di Riposo di Chieti in seguito al mancato pagamento dello stipendio del mese di gennaio 2015, dovuto alla grave situazione economico-finanziaria dell’Ente che perdura da mesi, hanno dichiarato lo stato di agitazione. Ad annunciarlo sono le segreterie territoriali Cgil Fp,  Cisl Fp, DICCAP Csa unitamente alla Rsu e all’assemblea dei lavoratori degli Istituti Riuniti “S. Giovanni Battista di Chieti”, riunitasi giovedì 5 febbraio. Gli stessi hanno chiesto la la convocazione di un tavolo presso la Prefettura per sollecitare l’adozione di quanto necessario per garantire concretamente l’attività e il futuro di una istituzione storica per l’intero territorio cittadino.

Da tempo i sindacati chiedono di conoscere quale futuro si prospetta per gli Istituti Riuniti. “La gestione degli ultimi anni – fanno sapere- ha provocato squilibrio della situazione complessiva con conseguente mancanza di liquidità e difficoltà al pagamento degli stipendi, dei fornitori e di quanti a vario titolo erogano servizi per l’Ente. In tale ottica le organizzazioni sindacali dal mese di ottobre 2014  hanno chiesto il piano industriale e le conseguenze dell’ingresso degli Istituti nella costituita ASP”.

Persiste però ad oggi la grave situazione di incertezza che oltre a determinare il mancato pagamento delle retribuzioni mette a rischio l’erogazione dei servizi e, a lungo termine, la sopravvivenza degli Istituiti Riuniti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento