menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case di Riposo, protesta in Consiglio: la Regione conferma gli impegni

La giunta regionale si fa carico della spesa per la compartecipazione, convocata la conferenza capigruppo per incontrare i lavoratori. Febbo (Forza Italia): "Esprimiamo una ‘vigilante’ soddisfazione in attesa che le chiacchiere diventino fatti concreti"

La regione si farà carico del 100% della spesa per la compartecipazione per gli Istituti riuniti San Giovanni Battista di Chieti. E’ quanto annuncia il presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo (Forza Italia) che oggi ha chiesto e ottenuto la sospensione del Consiglio regionale per permettere la convocazione della conferenza dei capigruppo nel corso della quale incontrare i lavoratori dell’ex Ipab presenti oggi all’Aquila per tenere alta l’attenzione di dipendenti e assistiti, dopo le ultime promesse non mantenute. 

Giovedì prossimo in V Commissione sarà ufficializzato il crono programma dei pagamenti di Regione e Asl in favore del San Giovanni Battista.  “Gli assessori regionali Sclocco e Paolucci sono stati costretti al confronto con le rappresentanze dei lavoratori dell’Ipab di Chieti – dichiara Febbo - Esprimiamo quindi una ‘vigilante’ soddisfazione in attesa che le chiacchiere diventino fatti concreti. I passaggi precedenti all’incontro odierno infatti ha dimostrato scarsa affidabilità di questa maggioranza che non aveva mantenuto gli impegni presi pubblicamente. In occasione delle riunioni del 19 e del 23 ottobre scorso, nel corso dei quali era emerso chiaramente come la Asl fosse inadempiente, ci era stato garantito che sarebbe stato modificato il regolamento per la compartecipazione (dalla cui introduzione sono scaturite le annose problematiche per l’Ipab, relative alla mancanza di chiarezza sulla rendicontazione da parte dei Comuni) prima dell’11 novembre.

Ma ciò non è avvenuto anzi, con clamoroso ritardo la delibera di giunta è stata approvata solo il 27 ottobre ma ancor più grave che solo il 17 novembre è stata inviata alla presidenza del Consiglio regionale, poi alla V Commissione il 19 novembre per la convocazione fissata al 25 novembre”.

L’auspicio è che giovedì si possa mettere la parola fine alla vicenda che affligge gli istituti Riuniti  di assistenza di Chieti  garantire agli stesso un futuro dignitoso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento