Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Lanciano, Casapound contro il centro d'accoglienza a Villa Elce

Il movimento, nella notte, ha affisso uno striscione che recita a caratteri cubitali "No al centro d'accoglienza. Prima gli itailani"

Dopo le richieste di chiarimenti al sindaco da parte del gruppo cittadino di Forza Italia, anche Casapound si espone contro la possibilità di un centro di accogllienza nella frazione lancianese di Villa Elce. Il movimento, nella notte, ha affisso uno striscione che recita a caratteri cubitali "No al centro d'accoglienza. Prima gli itailani". 

"Esprimiamo la nostra totale e incondizionata solidarietà ai cittadini di Villa Elce - si legge in una nota - per la loro legittima protesta contro l'apertura di un centro di accoglienza per immigrati clandestini nella contrada. E' sconcertanete che si sia potuto epnsre di aprire un centro di accoglienza in una piccola contrada, abitata da meno di cento persone, per lo più anziane, per accogliere un numero di clandestini che probabilmente andrà quasi a eguagliare quello dei residenti". 

Casapound parla di "business, gestito da pochi privati e associazioni, che mira a lucrare sui lauti appalti per la gestione dell'emergenza immigrazione e non tiene in nessun conto i cittadini italiani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano, Casapound contro il centro d'accoglienza a Villa Elce

ChietiToday è in caricamento