menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Lanciano arriva la carta d'identità elettronica

Il Comune di Lanciano fra i primi 10 della Regione Abruzzo ad attivare il servizio

Il Comune di Lanciano entra nel novero degli 86 che in Italia hanno attivato la carta di identità elettronica (Cie),  avendo aderito alla fase di sperimentazione del progetto del Ministero dell'Interno.

Da lunedì 4 dicembre il Comune non rilascerà più carte di identità cartacee, salvo casi di urgenza documentata per motivi di viaggio, salute, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche. Le carte di identità ancora in corso di validità, continueranno ad esserlo fino alla naturale scadenza della stessa per poi essere sostituite dalla carta di identità elettronica .

Si può richiedere agli sportelli dell'Ufficio Anagrafe del Comune di Lanciano, aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e il martedì e il giovedì dalle 16 alle 17.30 (primo piano del Municipio, piazza Plebiscito 59) al costo di  22,50 euro per i diritti di segreteria della prima carta (28 euro per il duplicato), comprensivi dei diritti di segreteria e dei 16,79 euro che il Comune dovrà versare allo Stato a titolo di rimborso dei costi sostenuti per le stampe e l'invio. È prevista la possibilità per i maggiorenni di esprimere il consenso o il diniego alla donazione degli organi in caso di morte.

Il rilascio della carta avverrà entro 6 giorni lavorativi: non sarà più il Comune a produrre il documento, ma lo stesso Ministero dell'Interno tramite l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

“Si tratta di uno strumento indispensabile - sottolineano il sindaco Mario Pupillo e l'assessore alla Digitalizzazione Francesca Caporale - per lo sviluppo dei servizi di e-government che necessitano di condizioni di certezza e sicurezza, come ad esempio l'accesso ad archivi personalizzati o a dati personali. Nel nostro progetto di Lanciano Città dei Servizi è di fondamentale importanza dirigere i servizi verso il cittadino, e non viceversa: il rilascio della CIE è un passo concreto in questa direzione. La Carta di Identità Elettronica consentirà infatti la sottoscrizione, valida legalmente, dei documenti trasmessi per via telematica. Abbiamo convintamente aderito alla prima fase della sperimentazione, risultando tra i primi Comuni d'Italia ad accedere al servizio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento