menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caro pedaggi A24/A25: Di Primio e gli altri pronti alla manifestazione nazionale

Il sindaco: "L’autostrada non può essere considerata un bene di lusso ma una infrastruttura fondamentale". Con gli oltre 90 amministratori parteciperà alla manifestazione del 19 settembre a Roma

Alla manifestazione contro il caro pedaggi hanno aderito anche le segreterie regionali Cgil, Cisl e Uil Abruzzo.

“È evidente – sottolineano in una nota - come tale infrastruttura, negli anni, abbia consentito di vivere, risiedere, lavorare e studiare in aree difficili, garantendo quel progresso che si genera solo nel contatto tra centri minori e grandi agglomerati urbani. Oggi, però, quei collegamenti che nel tempo hanno creato opportunità e vantaggi vengono drasticamente messi in discussione per via di livelli tariffari insostenibili. In tale contesto, già problematico, si inserisce l’urgenza della messa in sicurezza sismicadell’infrastruttura, opera che, qualora dovesse attuarsi con l’attuale schema concessorio e le attuali regole di remunerazione degli investimenti, tornerebbe ad impattare ancora una volta il livello tariffario già troppo esoso.

Per queste ragioni - concludono - aderiamo alla manifestazione promossa dai sindaci dei Comuni dell’Abruzzo e del Lazio per il prossimo 19 settembre dinanzi al Ministero Infrastrutture e Trasporti. Ci aspettiamo che quella giornata non sia solo una forte espressione di protesta, ma divenga la base di una interlocuzione di merito degli attori del territorio con il Ministero”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento