rotate-mobile
Cronaca

A Chieti ultimi preparativi per il Carnevale Tradizionale Abruzzese

L'appuntamento martedì 4 marzo dalle 17,30 in centro per la Pantomima del Processo, della Condanna, del Funerale e del falò di Re Carnevale. Organizza l'associazione Camminando Insieme col professor Stoppa

Tutto pronto per il V Carnevale Tradizionale Abruzzese a Chieti. La manifestazione itinerante, organizzata come ogni anno dall’associazione  Onlus Camminando Insieme  si terrà domani, martedì 4 marzo, per le vie del centro a partire dalle 17,30.

Il  corteo, composto da tre carri con sopra il Fantoccio di Re Carnevale e i protagonisti della Pantomima e dai figuranti, partirà da via Arniense (Scuola Primaria  Comprensivo 2), sarà preceduto dai suonatori di D’botte  e dai Pulcinella abruzzesi e seguito dalle coppie con l’abito tradizionale. Dopo aver attraversato corso Marrucino e raggiunto piazza Trento e Trieste, tornerà in piazza Vico dove  si svolgerà con balli e canti: il  Ballo del Palo Intrecciato,  il Canto dei Mesi, la Quadriglia,la Mazurca Scambiata, Fiorata ed altre danze Tradizionali  si intrecceranno al Canto di Carnevale e della Scurammaie.  Alla conclusione si festeggerà il Carnevale con lu cumplimente: dolci della tradizione e vino caldo speziato.

Al corteo partecipano anche gli studenti degli Istituti Scolastici Superiori “G. B. Vico” e “U. Pomilio”, che hanno contribuito alla realizzazione degli abiti tradizionali, l’associazione “Lu Ramajette” di Chieti, Adorino Graziani, Gianni Grifone e Tino Santoro

LE ORIGINI DEL CARNEVALE-  La manifestazione del Carnevale Tradizionale Abruzzese è nata  nel 2007 nell’ambito del Progetto “Recuperiamo le Tradizioni” con la collaborazione del professor Francesco Stoppa, direttore del C.A.T.A.(Centro Antropologico Territoriale Abruzzo) per riportare alla luce una ritualità di grande valore che pochissimi ricordano e molti non conoscono.

 Il Carnevale fa parte del Ciclo di feste Calendariali che parte dal S. Antonio e prosegue con il Carnevale, le Bambole Volanti ( Mezza Quaresima) Canti della Passione, Festa del Majo.  Il Carnevale è una festa precristiana ma legata alla Pasqua. Il Fantoccio che si brucia alla fine, dopo il processo a Re Carnevale (personaggio politico messo in satira), è legata alla dispersioni delle ceneri, alla purificazione, alla fecondazione e al risveglio della primavera: il profano preannuncia il sacro. Il Carnevale è una festa di transizione, purificazione e rovesciamento delle parti.

Carnevale Tradizionale preparativi

Carnevale tradizionale abruzzese / foto Pellegrini

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chieti ultimi preparativi per il Carnevale Tradizionale Abruzzese

ChietiToday è in caricamento