Cronaca

Carne di cinghiale 'a tavola' senza controllo, la denuncia di un veterinario

La denuncia arriva dal medico veterinario del Parco nazionale della Maiella, Simone Angelucci: solo il 4-5% dei cinghiali prelevati in Abruzzo ogni anno viene sottoposto a controlli sanitari

Tonnellate di carne di cinghiale finiscono senza alcun controllo sanitario sui tavoli dei ristoranti abruzzesi. La denuncia arriva dal medico veterinario del Parco nazionale della Maiella, Simone Angelucci, che avverte sulla possibilità della trasmissione di alcune patologie come trichinellosi, brucellosi e tubercolosi suina.

Ogni anno in Abruzzo vengono prelevati intorno ai seimila cinghiali: solo il 4/5% di quei capi viene sottoposto a controlli sanitari in strutture con veterinari. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carne di cinghiale 'a tavola' senza controllo, la denuncia di un veterinario

ChietiToday è in caricamento