Cronaca

Carichieti, ricorso al Tar del Lazio di Confartigianato contro Bankitalia e ministero

Il documento è stato sottoscritto da 30 risparmiatori dei 100 che si sono rivolti all'associazione di categoria

Confartigianato Imprese Chieti ha depositato un ricorso al Tar del Lazio contro la Banca d'Italia e il ministero dell'Economia e delle Finanze, facendosi portavoce, per ora, di 30 risparmiatori beffati dal crac della Carichieti che hanno sottoscritto il documento. 

Nel mirino del ricorso ci sono i provvedimenti della Banca D’Italia e del Ministero dell’Economia e delle Finanze con i quali sono state ridotte e/o congelate le obbligazioni subordinate ed è stata disposta la procedura di "Risoluzione” della Carichieti. "I nostri legali - spiega il direttore generale Daniele Giangiulli - gli avvocati Giuseppe e Simone Di Tizio, ed Ernesto Pagliaricci, hanno provveduto, nella giornata di giovedì scorso (21 gennaio), a portare alla notifica il predetto ricorso. Si tratta solo della prima delle iniziative che intraprenderemo per tutelare gli interessi degli obbligazionisti subordinati, rimasti ingiustamente coinvolti nella vicenda".

Sono comunque 100 i risparmiatori che si sono affidati a Confartigianato e che nelle prossime settimane aderiranno ad altre azioni giudiziarie che la Confartigianato ha intenzione di mettere in campo.

"Continuiamo a ribadire - prosegue il direttore - che, a nostro avviso, la Carichieti non doveva essere coinvolta nel decreto c.d. salva-banche perchè non versava in stato di dissesto patrimoniale. Tant’è vero che il Commissariamento attivato per problemi di governance (art. 70 lettera A del Testo Unico Bancario) non è mai stato trasformato in quello per “grave deficit patrimoniale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carichieti, ricorso al Tar del Lazio di Confartigianato contro Bankitalia e ministero

ChietiToday è in caricamento