menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gravi carenze igieniche in cucina: bar-tavola calda chiuso dopo l'ispezione del Nas

I controlli alla periferia di Chieti. Sospesa anche l'attività di un fast food a Pescara che operava senza allacci alla rete elettrica

Tre quintali di prodotti alimentari e due attività sospese sono il risultato di alcuni controlli eseguiti dal carabinieri del Nas di Pescara nei fast food frequentati dagli studenti nel pre e post scuola.

Nella periferia di Chieti, i carabinieri e la Asl hanno interdetto l’attività di un bar-tavola calda a causa delle gravi carenze igieniche e strutturali riscontrate di locali e attrezzature. La cucina, sottodimensionata rispetto alla mole di lavoro, era tenuta in pessime condizioni igieniche, con residui di lavorazione, piani di lavoro untuosi e sporco diffuso.

Nelle zone centrali di Pescara invece i militari hanno individuato un fast food operante in assenza di allaccio alla rete elettrica: l’esercente alimentava freezer e piastre, in forma discontinua, con un generatore mobile. A risultarne gravemente compromesse, oltre che alle condizioni igienico sanitarie dei locali, anche la tenuta della catena del freddo di prodotti carnei e vegetali che erano detenuti in due congelatori. Sono stati quindi vincolati oltre 200 chili di prodotti tra cibi pre-cotti e semilavorati (patatine fritte precotte) che saranno avviati alla distruzione, mentre l’attività è stata sospesa.

"I controlli dei Nas - si legge in una nota - si sono intensificati dall’inizio dell’anno scolastico a siti di ristorazione veloce per utenti di giovane età e sono finalizzati a prevenire malori che, se derivati da alimenti che non rispettano la conservazione e la catena del freddo, possono rivelarsi pericolosi per la salute".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento