menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polo Cardiochirurgico ancora chiuso, Di Primio sollecita la Regione

A più di un mese dall'inaugurazione ci sono ancora i sigilli davanti alla palazzina M del "Santissima Annunziata". Di Primio scrive al Governatore D'Alfonso e al direttore generale Asl

Era stato inaugurato in pompa magna dopo 12 anni lo scorso aprile, ma il Polo di Cardiochirurgia all'ospedale "SS. Annunziata" nei fattI è ancora chiuso.

Il sindaco Di Primio, ieri in ospedale per una visita privata, si è fatto immortalare con Liberato Aceto davanti ai sigiilli della palazzina M. "Sigilli che stridono con i proclami in favore della realizzazione di un nuovo ospedale" scrive il sindaco in una lettera indirizzata al presidente della Regione D'Alfonso e al manager Asl uscente Zavattaro.

"Comprendo che possano esservi difficoltà - aggiunge - ma non è accettabile che, dopo 10 anni di attesa e una spesa di oltre 34 milioni di euro, la concreta apertura di questo importante presidio della sanità regionale non conosca ancora una data certa. Non volevo essere profetico il giorno dell’inaugurazione quando dissi non utilizziamo gli ospedali per fare politica, ma la politica per fare buoni ospedali".

L'invito al Governo regionale è di mettere in campo ogni urgente azione istituzionale per favorire l’apertura dei reparti e dei servizi del nuovo polo del cuore, in maniera tale da liberare anche gli spazi da utilizzare per ospitare i reparti oggi sovraffollati, dove sia pazienti che il personale sono costretti a vivere situazioni di grave disagio.

NOVITA' - Se l'operatività della nuova Cardiochirurgia procede a rilento, lo stesso non si può dire per altri reparti del "SS. Amnnunziata": giovedì 11 giugno la Asl presenterà l'oncologia pediatrica di Chieti realizzata con il contributo della Onlus "Morgan Di Gianvittorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento