Cronaca

Carabinieri: diminuiscono furti e rapine, aumentano gli arresti per droga

Dal comandando provinciale di Chieti i dati sull'attività operativa svolta nel 2013. In aumento anche il numero delle persone denunciate

Il comandante provinciale dei Carabinieri di Chieti, Salvatore Ronzo, questa mattina ha illustrato l’attività operativa svolta dall’arma nel 2013.

“Sono stati 11.715 i delitti consumati e perseguiti dall’Arma nella provincia di Chieti – ha detto in conferenza stampa - di questi ne sono stati scoperti 2687: il 23%.

Le operazioni di servizio condotte dai Comandi dipendenti nel corso dell’anno hanno invece consentito l’arresto di 404 persone con un incremento del 30,7% rispetto al 2012. Risultano in aumento anche il numero delle persone denunciate in stato di libertà, passato da 2765 nel 2012 a 2978 nel 2013, mentre antidroga dei Carabinieri ha portato al sequestro di 52 chilogrammi di sostanze stupefacenti di vario tipo e all’arresto di 165 persone, con un aumento rispetto all’anno precedente del 68,3%”.

Come per il resto d’Italia, anche a Chieti e provincia il reato più ricorrente è il furto. “Tuttavia – rivela ancora Ronzo - nell’anno in corso sono stati 6040 i furti complessivamente denunciati di cui 294 scoperti, con una diminuzione del 7,4% rispetto al 2012”.  Sono in calo i furti in abitazione (-4,3%), i furti di autovetture (-6,3%) e soprattutto i furti con strappo (-57,5%).

Stabile invece il numero delle rapine che da 74 passa a 75 nel 2013 facendo registrare un leggerissimo aumento dell’1,3%. In particolare, diminuiscono le più allarmanti rapine in abitazione (-20%) ed aumentano leggermente quelle presso gli istituti di credito (+ 30%). Le rapine in esercizi commerciali sono passate da 15 a 17.

Tra le operazioni più importanti dell’anno i carabinieri hanno ricordato le indagini, operate dalla compagnia di Vasto, che hanno portato all’arresto dei rapinatori responsabili dell’assalto al portavalori  in A/14 del dicembre 2012; le ordinanze di custodia cautelare per usura, estorsione e rapina ai danni di commercianti più il sequestro di beni per un valore di circa 2 milioni di euro operate dei carabinieri di Lanciano a gennaio scorso; la scoperta,  a ottobre, di un’organizzazione criminale operante nel vastese e in altre regioni d’Italia dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti provenienti dai Balcani.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri: diminuiscono furti e rapine, aumentano gli arresti per droga

ChietiToday è in caricamento