Cronaca

Tenta di investire i carabinieri e poi li minaccia: "È un buon giorno per uccidervi", arrestato

È accaduto ieri a Francavilla al Mare. Un 26enne francavillese, già arrestato nel corso del primo lockdown dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti

Prima cerca di investire un carabiniere e poi li minaccia di morte. È accaduto ieri a Francavilla al Mare. Un 26enne francavillese, già arrestato nel corso del primo lockdown dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti per gli stessi reati, lo ha fatto di nuovo.

Dal primo arresto ha l’obbligo di firma alla stazione del centro costiero ed è stato sanzionato più volte per la violazione della normativa sul Covid-19.

Ieri 27 dicembre è stato notato dai militari della stazione mentre conversava con un altro giovane nel parcheggio di un supermercato. Alla vista dei carabinieri che si stavano avvicinando, il 26enne mette in moto la macchina di grossa cilindrata e cerca di proteggere la fuga dell’altro, che nel frattempo se la dava a gambe levate. I carabinieri si dividono: uno insegue a piedi il fuggitivo, mentre l’altro in auto cerca di non perdere di vista l'uomo, che però per garantire la fuga dell’amico, prima cerca di investire il carabiniere a piedi, poi di speronare l’auto militare.

Alla fine i carabinieri lo chiudono in un angolo del parcheggio e gli intimano di scendere: il giovane, spavaldo e sicuro di sé scende dall’auto e inizia a togliersi i vestiti, come a voler stare più comodo per una eventuale colluttazione che cerca di provocare in tutti modi. I militari mantengono la calma, nonostante l’uomo continui a minacciarli di morte: “Oggi è un buon giorno per uccidere un carabiniere, vi ammazzo!”. Alla fine riescono a bloccarlo e a portarlo in caserma.
La pm di turno, Lucia Anna Campo, ne dispone l’immediato arresto. Ora l'uomo si trova nella sua abitazione in attesa del rito direttissimo previsto per oggi.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di investire i carabinieri e poi li minaccia: "È un buon giorno per uccidervi", arrestato

ChietiToday è in caricamento