Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Rapino

Violenza di genere: carabinieri e giudici a confronto per interventi più efficaci

L’incontro è stato organizzato dal comando provinciale carabinieri di Chieti per un accrescimento professionale e un confronto tra operatori della rete di protezione

Si è tenuto ieri, nella suggestiva cornice del museo della ceramica di Rapino, un incontro-dibattito tra i rappresentanti della procura e i carabinieri del comando provinciale di Chieti, sul tema della violenza di genere. 

L’incontro è stato organizzato dal comando provinciale carabinieri di Chieti per un accrescimento professionale e un confronto tra operatori della rete di protezione delle vittime di violenza. La platea, infatti, era composta dai carabinieri delle stazioni presenti in ambito della giurisdizione di competenza della procura di Chieti. Come relatori, sono intervenuti il procuratore capo Francesco Testa e le sostitute dottoresse Lucia Campo e Marika Ponziani. I magistrati della procura hanno poi illustrato una recente circolare del Consiglio Superiore della Magistratura contenente le “buone prassi” da attuarsi in caso di intervento concreto: in primo piano si punta sulla specializzazione del personale, la priorità da assegnarsi alla trattazione di procedimenti connessi ai reati di maltrattamenti e atti persecutori e l’audizione protetta delle vittime cosiddette deboli al fine di evitare episodi di vittimizzazione secondaria. 

L’incontro, come hanno auspicato sia il procuratore Testa che il generale Michele Sirimarco, Comandante della Legione Carabinieri “Abruzzo e Molise”, è solo il primo di una lunga serie, che affronteranno le tematiche di maggiore attualità e avranno il fine primario di “rendere un servizio migliore al cittadino”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza di genere: carabinieri e giudici a confronto per interventi più efficaci

ChietiToday è in caricamento