Cane trovato morto sulla spiaggia, ma non ha il microchip: impossibile risalire al proprietario

L'esemplare è stato notato da una passante, che ha allertato i carabinieri. Secondo il veterinario della Asl, l'esemplare è rimasto in mare diversi giorni

La carcassa di un cane di taglia media è stata trovata nella tarda serata di ieri in località “Spuntone”, sulla spiaggia di Torino di Sangro. Una donna ha notato il corpo dell’animale sulla battigia, segnalandolo prontamente alla centrale operativa dell’Arma dei carabinieri.

I primi accertamenti, condotti dai Carabinieri Forestali della stazione di Vasto, hanno evidenziato che la carcassa si trovava a pochi metri dal mare, in uno stato di avanzata decomposizione.

Il veterinario della Asl, attivato dai militari, ha confermato che l’animale era morto da alcune settimane e che il corpo era rimasto in mare diversi giorni, prima di essere spinto sulla spiaggia dalle mareggiate. Il cane non aveva microchip, dunque è stato vano il tentativo di risalire al proprietario.

Al termine delle operazioni il veterinario ha attivato le procedure per lo smaltimento.

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • Incidente di un'acrobata durante il Macondo festival, pubblico con il fiato sospeso

Torna su
ChietiToday è in caricamento