Cane trovato morto sulla spiaggia, ma non ha il microchip: impossibile risalire al proprietario

L'esemplare è stato notato da una passante, che ha allertato i carabinieri. Secondo il veterinario della Asl, l'esemplare è rimasto in mare diversi giorni

La carcassa di un cane di taglia media è stata trovata nella tarda serata di ieri in località “Spuntone”, sulla spiaggia di Torino di Sangro. Una donna ha notato il corpo dell’animale sulla battigia, segnalandolo prontamente alla centrale operativa dell’Arma dei carabinieri.

I primi accertamenti, condotti dai Carabinieri Forestali della stazione di Vasto, hanno evidenziato che la carcassa si trovava a pochi metri dal mare, in uno stato di avanzata decomposizione.

Il veterinario della Asl, attivato dai militari, ha confermato che l’animale era morto da alcune settimane e che il corpo era rimasto in mare diversi giorni, prima di essere spinto sulla spiaggia dalle mareggiate. Il cane non aveva microchip, dunque è stato vano il tentativo di risalire al proprietario.

Al termine delle operazioni il veterinario ha attivato le procedure per lo smaltimento.

Potrebbe interessarti

  • Doppio intervento per salvare la vita a una mamma e alla sua bimba

  • All'ospedale di Chieti apre il servizio psichiatrico di diagnosi e cura

  • La vastese Roberta Petroro sposa mister Oddo

  • Aperitivo a Chieti: 6 locali da non perdere

I più letti della settimana

  • Bucchianico, incidente in moto: muore giovane ragazzo

  • Evade oltre 700mila euro: sequestrati conti correnti e villa al titolare di azienda vitivinicola

  • Caldo killer, malore sulla spiaggia a Ortona: muore a 50 anni

  • Ponti e festività da record nel prossimo anno scolastico: ecco quando si torna sui banchi

  • Precipita da un ponteggio per oltre 2 metri e batte la testa: è grave

  • La d'Annunzio celebra i laureati eccellenti in stile americano, ma la cerimonia si tiene a Pescara

Torna su
ChietiToday è in caricamento