rotate-mobile
Cronaca Guardiagrele

"1,50 euro per far bere il mio cane dalla vaschetta": la polemica di un turista a Guardiagrele

Ma il bar in questione replica: "Avevamo offerto una vaschetta più piccola gratuitamente". E sui social si è aperto il dibattito

Nell’estate dei sovrapprezzi per farsi tagliare un tramezzinoa metà o per avere un piattino a parte, i costi possono variare anche quando ci sono di mezzo gli amici a quattro zampe.

È quanto segnalato da un turista a Guardiagrele, nella giornata di Ferragosto. "Il 15 agosto 2023 allo scoccare delle ore 12 - scrive Stein Martin, tedesco d'origine ma romano di adozione, che si occupa di commercio - avendo con me 'Mia', una dolcissima Golden retriver, ho chiesto un contenitore in polistirolo da 500 centilitri a una gelateria del centro dove vicino c'era una bellissima fontanella. Con mio immenso stupore alla mia richiesta mi hanno risposto che non potevano darmela. Allora ho ribadito 'Guardi che è per far bere il cane, se vuole la pago'. Mi hanno chiesto 1,50 € senza scontrino, scocciati e me la hanno consegnata. Io sono rimasto basito e perplesso". 

Il post pubblicato ha acceso il dibattito tra quanti ritengono giusto far pagare una vaschetta di polistirolo, chi accusa Martin di non aver portato tutto l'occorrente al seguito per far bere il cane e chi ritiene scandaloso nel 2023 non posizionare delle ciotole all’esterno dei locali per poter far bere i cani d’estate.

Il bar in questione, però, non ci sta e precisa di aver offerto, come consuetudine, una ciotola di plastica gratuitamente che il turista però avrebbe rifiutato perché troppo piccola per il cane: solo allora sarebbe stata venduta la vaschetta di polistirolo che si usa per il gelato.

il post di Stein Martin-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"1,50 euro per far bere il mio cane dalla vaschetta": la polemica di un turista a Guardiagrele

ChietiToday è in caricamento