Cronaca

"Il camping è abusivo": il sindaco di Torino di Sangro ordina lo sgombero [FOTO]

Problemi di pubblica sicurezza igienico-sanitari. Nella struttura ricettiva in contrada Saletti sono arrivati carabinieri, polizia e protezione civile

Operazioni di sgombero, oggi, al camping Sangro di Torino di Sangro. Nella struttura ricettiva in contrada Saletti sono arrivati carabinieri, polizia, vigili e protezione civile per dare esecuzione al provvedimento del sindaco Nino Di Fonso che per far sgomberare urgentemente la struttura di proprietà comunale, inattiva da qualche anno e occupata abusivamente.

Le motivazioni sono contenute nell’ordinanza n.29 del 28 maggio scorso nella quale, firmata dopo il sopralluogo del primo cittadino con il comandante della locale stazione dei carabinieri Michele Cefaratti, nel quale erano stati rilevati problemi di pubblica sicurezza  igienico-sanitari: tra muffa, casette utilizzate come luogo di ricovero da persone che usavano delle bombole di gas collegate in maniera precaria e altamente pericolosa e assenza di servizi igienici utilizzabili, oltre al fatto che i rifiuti prodotti venivano ammassati e lasciati sul posto..

“La struttura attualmente risulta essere abusivamente occupata da persone non generalizzate – si legge nel provvedimento del sindaco - e l‘intera area camping Sangro, a causa di un utilizzo abusivo, improprio e prolungato, risulta versare in uno stato di totale degrado”.

Il sindaco di Torino di Sangro ha quindi ritenuto di dover ricorrere a un provvedimento urgente per eliminare il rischio igienico-sanitario e ripristinare le normali condizioni di sicurezza e igiene pubblica, ordinando lo sgombero idella struttura e la rimozione dei rifiuti accumulati a suo interno.

Durante le operazioni, una lunga colonna di auto si è formata in contrada Saletti.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il camping è abusivo": il sindaco di Torino di Sangro ordina lo sgombero [FOTO]

ChietiToday è in caricamento