menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Un posto dove l'amore non muore mai": fa discutere la pubblicità patinata del nuovo cimitero di Francavilla

I manifesti affissi da oggi in città mostrano famiglie felici in momenti di serenità. Un'immagine che, per tanti, stona con quella della realizzazione di un nuovo camposanto, pur costruito "come un giardino"

Una coppia non più giovanissima che si abbraccia e sorride, un nonno che abbraccia il nipotino, una famiglia di tre generazioni che si scatta un selfie in un momento felice. Non è la campagna pubblicitaria di un prodotto alimentare per “famiglie del Mulino Bianco”, ma quella del nuovo cimitero di Francavilla al Mare, da realizzare grazie a un project financing. Tre diverse creatività declinate in manifesti 6x3 affissi da oggi (venerdì 28 ottobre) all’11 novembre in città. Tutto con un claim che più emozionale non si può “C’è un posto dove l’amore non muore mai”. E, in caratteri più piccoli “Cimitero di Francavilla, per sempre più bello, più sereni i tuoi cari”, con tanto di numero di telefono per comunicare tramite WhatsApp con il gestore.

Al di là della raffinatezza delle figure retoriche contenute nello slogan scelto dal Comune di Francavilla, la campagna pubblicitaria ha fatto storcere più di un naso. In tanti trovano poco azzeccata l’immagine delle famiglie felici con un luogo sacro e di dolore come il camposanto. Tanto più che, se è vero che l’amore non muore mai - più nell’animo che al cimitero - è altrettanto reale che quello è un luogo riservato ai defunti, dove morte, purtroppo, se ne respira fin troppa. 

Apprezzata o meno, comunque, la nuova campagna pubblicitaria è partita e con essa una campagna di informazione sociale con cui i cittadini possono valutare i servizi cimiteriali, con tanto di questionario di customer satisfaction da 26 domande. In più, fino al 3 novembre, recandosi all’infopoint sotto il portico del cimitero, i francavillesi possono scegliere il nome del nuovo camposanto, ampliato dalla De Francesco costruzioni, che già gestisce i servizi cimiteriali

Il sindaco Antonio Luciani ha spiegato in conferenza stampa di aver voluto “rendere questo luogo meno austero, più servito, più facilmente fruibile. Il tutto è stato fatto nell’ottica del miglioramento dell’esistente, affinché il posto in cui compiangere il proprio caro possa essere confortevole per chi si reca a far visita, proprio come un bel giardino”. In attesa del comfort, però, qualcuno lamenta che, al momento, il camposanto è diventato inaccessibile alle persone con disabilità, che fino a qualche tempo fa avevano il permesso di entrare con l’auto fin davanti alla tomba del proprio caro. 

Ma Luciani rassicura: “Con un investimento di 2 milioni e 800mila euro, il privato si farà carico anche delle spese di gestione ordinaria che prima incidevano sul bilancio comunale per oltre 100mila euro, ma anche di tutta una serie di migliorie. Ad esempio, da oggi al cimitero ci sarà un auto elettrica per gli spostamenti interni”.

Franco De Francesco, titolare della ditta di costruzioni, auspica “un modello di cimitero nord europeo”. “Il nostro desiderio - dice - è di realizzare un luogo confortevole e armonioso, dove le persone possano venire a ricordare i propri cari con serenità. Un luogo più bello, più accogliente, dotato di tutti i servizi di qualità e gli accorgimenti utili per rendere le visite o il momento delle esequie i più agiati possibile. Stiamo concependo il cimitero con una nuova visione. Ci ispiriamo al modello del Nord Europa. Far visita ai proprio cari diviene il momento per rievocare i ricordi più felici. Oltre alle migliorie previste in progetto, siamo intenzionati a realizzare anche una ‘sala del commiato’ dove il momento dell’addio possa essere ancora più sereno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento