Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Colle dell'Ara / Via dei Vestini

Calci al professore dopo il concorso alla d'Annunzio

In tre finiscono all'ospedale: il presidente di commissione, una candidata di Bari e la sorella dopo il parapiglia al concorso per specializzandi a Odontoiatria

Momenti di tensione in Ateneo durante il concorso per specializzandi in Chirurgia orale a Odontoiatria, finito con l’aggressione del presidente di commissione, il professor Giorgio Perfetti. Una colluttazione fuori dall’aula, avvenuta con due sorelle baresi, una delle quali candidata al concorso e l’epilogo in pronto soccorso per tutti e tre.

Questi i fatti che hanno condotto allo sconcertante episodio avvenuto ieri mattina all'università d’Annunzio. Durante la prova scritta in aula un candidato segnala alla commissione che una studentessa ha con sé il cellulare, cosa vietata dal regolamento. Quest’ultima, una trentenne di Bari, richiamata dal professor Perfetti nega e dà in escandescenza sostenendo di non poter essere perquisita perché sta poco bene. Intanto il presidente di commissione chiama il 118 e i carabinieri e tenta di trattenere la studentessa in aula ma questa consegna il compito senza chiudere la busta, invalidando così la prova, ed esce fuori. Il professore la segue e lì, una volta raggiunta dalla sorella, alla quale la ragazza avrebbe passato il suo cellulare, inizia una discussione animata seguita da una colluttazione. A quel punto la sorella della studentessa barese tira un calcio al basso ventre del professore, che resta incredulo.

Dopo il parapiglia tutti e tre finiscono al pronto soccorso del SS. Annunziata per farsi medicare: il prof per il calcio, le due ragazze lamentando escoriazioni e dolore al polso. Tutti e tre avranno prognosi inferiori a 10 giorni.

Intanto sul caso indagano gli agenti della Digos.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci al professore dopo il concorso alla d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento